Verified by Visa Postepay: la carta al sicuro

Una cosa è certa: la carta PostePay è uno dei prodotti di Poste Italiane più diffuso in assoluto. Solo nel 2015, ad esempio, l’azienda ha dichiarato di aver emesso ben 13 milioni e mezzo di carte.

Sono davvero in molti, però, a chiedersi come fare per mettere al sicuro i propri risparmi e come effettuare acquisti online in totale sicurezza. La risposta a tali interrogativi è rappresentata, senza dubbio, da Verified by Visa.

Sommario:

Vediamo, dunque, di scendere più nel dettaglio e di capire di che cosa si parla quando si fa riferimento a questo sistema e quali sono le modalità attraverso le quali è possibile attivare questo particolare meccanismo di sicurezza perfetto per proteggere il denaro presente su una PostePay.

Cosa è e come funziona Verified by Visa

Verified by Visa, come detto poco sopra, è un protocollo attraverso il quale la carta PostePay viene messa in sicurezza. In buona sostanza, tutti i titolari hanno la possibilità di effettuare qualsiasi genere di pagamento in totale tranquillità.

Ma come fare per attivare il protocollo in questione? Per tutelare la sicurezza della propria carta è sufficiente visitare la pagina ufficiale di Poste Italiane e seguire tutte le istruzioni fornite.

Il funzionamento del protocollo è davvero semplicissimo. È sufficiente, infatti, selezionare sia una password che una frase cosiddetta identificativa. Dopodiché, bisognerà inserire il codice composto da 16 corrispondente alla PostePay.

verified by visa

Al termine di tale procedura si avrà la possibilità di effettuare ogni genere di pagamento solo inserendo la password inserita: come è facile intuire, il pagamento in questione potrà andare a buon fine solo ed esclusivamente se la password inserita risulterà essere corretta.

Attenzione, però: non sempre viene richiesta la password in occasione di un acquisto. La richiesta, infatti, è legata alle volontà del sito o, in alternativa, dell’azienda presso la quale si sta facendo compere. Per fare in modo che la password venga richiesta, deve essere il sito ad aver aderito al servizio.

Sostituire la password scelta: ecco come fare

Tutti coloro che hanno intenzione di cambiare la password alla postepay hanno la possibilità di farlo in qualsiasi momento e, soprattutto, per un numero infinito di volte.

Tra l’altro, è bene precisare che questo sistema è del tutto gratuito come, del resto, lo sono tutte le modifiche apportate alla password. Per ricevere maggiori informazioni in merito alle eventuali sostituzioni della password o, più in generale, in riferimento al servizio Verified by Visa, è sufficiente contattare il call center di Poste Italiane in grado di chiarire ogni genere di dubbio e risolvere qualsiasi problema.

In merito alla sostituzione della password, è bene tenere conto del fatto che è buona norma modificarla in maniera regolare. Pur essendo un sistema di sicurezza particolarmente potente, è sempre meglio evitare che qualche malintenzionato possa riuscire a mettere mano alla carta.

Per questo motivo, è opportuno procedere con la sostituzione al fine di evitare che qualcuno possa carpire e utilizzare la password in questione. Superfluo precisare che tale password deve essere tenuta il più possibile segreta e lontana da occhi indiscreti.

Pur essendo legato al numero di cellulare, il servizio di sicurezza potrebbe essere messo in crisi da qualche abile hacker che è stato in grado di carpire anche una sola parte della password.

In sintesi, è bene che tale parola di sicurezza resti il più possibile nell’ombra. La sostituzione deve avvenire anche nel momento in cui si dovesse sospettare un eventuale furto. Solo in questo modo si avrà la possibilità di mettere realmente al sicuro e lontano da occhi indiscreti i propri risparmi.

Come detto in precedenza, per poter attivare questo comodissimo sistema di sicurezza per poter proteggere la propria carta PostePay è sufficiente connettersi al portale di Poste Italiane e seguire tutte le istruzioni fornite non appena entrati nell’apposita sezione.

A tale riguardo, però, è bene precisare che ci sono alcune operazioni da effettuare prima di collegarsi al portale. Solo in questo modo, l’attivazione di Verified by Visa potrà andare a buon fine. Niente paura, si tratta solo di alcune procedure semplicissime da portare a termine.

sicurezza postepay verified by visa

Passi operativi per la verifica:

  1. La prima e più importante cosa da fare è quello di comunicare a Poste Italiane il numero di telefono cellulare che dovrà essere associato alla PostePay in questione. Il cellulare associato è a dir poco fondamentale poiché il cosiddetto codice OTP verrà inviato proprio al numero indicato.In buona sostanza, si tratta del codice attraverso il quale l’utente avrà la possibilità di autorizzare l’operazione compilando il modulo che comparirà prima della conclusione dell’acquisto.In genere, il numero di telefono viene rilasciato proprio nel momento della sottoscrizione. Nel caso in cui così non fosse, si dovrà procedere con la comunicazione dello stesso presso l’ufficio postale di riferimento.
  2. Dopo aver fatto ciò, sarà necessario abilitare la propria PostePay nel caso in cui ancora non fosse attiva. Per fare ciò sarà sufficiente collegarsi al sito di Poste Italiane e seguire le indicazioni in merito. Ovviamente, per poter effettuare la procedura sarà necessario effettuare l’autenticazione inserendo sia il proprio nome utente che la relativa password.
  3. A questo punto, sarà possibile accedere alla sezione internamente dedicata alla sicurezza sul web e procedere con l’abilitazione. Per effettuare l’abilitazione richiesta non si dovrà fare altro che inserire il numero della carta che si vuole proteggere con questo servizio. Il codice identificativo della carta non basterà, però.
  4. Per riuscire a portare a termine la procedura per essere abilitati al servizio, sarà necessario anche inserire la data in cui la carta scade e il codice cvv2. Tale codice non è altro che una stringa di numeri di sicurezza attraverso cui il sistema ha la possibilità di verificare che il richiedente è il reale titolare della stessa.

Secondo tipo di verifica

La seconda verifica, invece, vede protagonista il numero di cellulare che è stato associato alla carta.

  1. In pratica, viene effettuato un test grazie al quale il sistema ha la possibilità di accertare che il numero indicato è effettivamente utilizzato dal titolare della carta da proteggere.
  2. A questo punto, non resta altro da fare che procedere con la richiesta dell’invio della password. Non appena inoltrata la richiesta, sul cellulare si riceverà un messaggio di testo in cui è contenuto il codice OPT che dovrà essere inserito nel campo indicato.
  3. Se il codice usa e getta OTP risulterà corretto, l’abilitazione andrà a buon fine e il sistema procederà con l’inoltro di una mail di conferma nella casella di posta del titolare della carta.

Insomma, tutto è molto facile oltre che intuitivo. Chi ha intenzione di proteggere la carta PostePay di cui è titolare, pertanto, non deve fare altro che seguire queste istruzioni e, nel caso in cui ancora non lo avesse fatto, associare il numero di telefono del proprio cellulare alla carta PostePay di cui è titolare.

In questo modo, si avrà la possibilità di tenere tutto costantemente sotto controllo e di non dover fare i conti con alcun genere di problema al momento del pagamento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *