Raccomandata indescritta, cos’è?

La Raccomandata indescritta, questa sconosciuta…Impariamo a comprendere il suo funzionamento.

Nel vasto mondo delle comunicazioni postali tutti noi abbiamo avuto a che fare con le raccomandate a vario titolo e con diverso finale, ma in quanti hanno mai sentito parlare di Raccomandata indescritta?

Anche nell’era di Internet per determinati settori della vita di tutti i giorni, rimane obbligatorio l’uso del metodo cartaceo, per quanto complicata e spiacevole tale procedura debba essere. La Raccomandata Indescritta è stata ideata quindi come strumento per coniugare burocrazia con servizio al cittadino.

L’esito di un concorso, la notifica di una multa o magari l’avvertimento della possibilità di riscossione di un vaglia, passano necessariamente attraverso tale forma di comunicazione.

In ogni caso venga utilizzata quindi, la Raccomandata indescritta riveste quindi caratteristica di ufficialità.

Raccomandata indescritta, di cosa si tratta e qual’è il suo funzionamento

codice-raccomandata-indescritta
Le raccomandate indescritte sono comunicazioni ufficiali fatteci pervenire da enti pubblici (ma anche da comuni cittadini)

Parlare di Raccomandata indescritta di primo acchito può sembrare strano se non addirittura allarmante, in quanto sovente il postino con la sua apparizione ci avverte di notizie ferali quali multe o peggio cartelle Equitalia.

La terminologia adottata deve la sua origine al fatto che nella sua veste esterna non è indicato alcun riferimento esplicito nè verso il mittente ne nei confronti del destinatario, rimanendo per così dire non diversificata da altre forme di varie missive.

Ci sono tantissime transazioni che debbono essere ratificate in questo modo, anche se il ricorso alle moderne tecniche informatiche rendono la moderna PEC sempre più popolare.

La guida che andremo a leggere si pone l’obiettivo di fugare ogni dubbio e chiarire ogni domanda in modo facile, semplice ed intuitivo. Una doverosa premessa: l’avviso che ci recapita il postino è sempre ripetibile.

Il plico in questione sarà riportato in giacenza presso l’ufficio postale e, se non ritirato, porterà ad un secondo tentativo di consegna e quindi una seconda possibilità di Raccomandata indescritta.

La prima cosa da mettere in chiaro è senza dubbio il fatto che una raccomandata indescritta non è altro che un normale avviso utilizzato da Poste Italiane per metterci al corrente del fatto che qualcuno ci ha inviato una comunicazione ufficiale, che però il postino non è riuscito a recapitare nella nostra abitazione.

Nel dettaglio della Raccomandata Indescritta riporta alcune indicazioni come ad esempio in quale Ufficio Postale potremo ritrovare la giacienza del plico ed in quali orari sarà poi possibile presentarsi per il ritiro. La prassi normale è che tale ritiro si possa effettuare a partire dal giorno lavorativo successivo a quello del recapito, per un massimo circa di trenta giorni.

L’ufficio centrale è solitamente aperto anche oltre l’orario tradizionale mattutino ed è facilmente individuabile nella zona di residenza.

Cosa contiene la Raccomandata indescritta?

raccomandata-indescritta
Anche dal colore della busta della raccomandata indescritta possiamo intuire il colore: in foto, una raccomandata colore verde

Sicuramente come è ovvio non potendo leggere attraverso la busta è impossibile capire esattamente cosa essa contenga, ma una prima scrematura circa il contenuto della Raccomandata Indescritta è sicuramente possibile. Dobbiamo infatti prestare attenzione al colore della busta.

Possiamo censire questa casistica nel seguente modo:

  1. Busta di colore bianco o giallo: semplice avviso di mancata consegna, normalmente di un pacco. Se attendiamo infatti una spedizione da siti di e-commerce una notifica di tale colore sarà sicuramente indice di un pacco che il postino ha pensato bene di consegnarci nel momento in cui non siamo nel nostro domicilio. Ci possono essere però importanti eccezioni in questo caso, ovvero la mancata ricezione di documenti che necessiatano di firma ufficiale quale ad esempio notifiche di concorsi o i temutissimi verbali di assemblee condiminiali.
  2. Colore verde: è possibile allarmarsi. Anche se sarebbe stato meglio adottare il colore rosso, tale notifica è dovuta ad elementi quali atti giudiziari, multe o le famigerate cartelle Equitalia.

Come capire il mittente di una raccomandata indescritta?

Direttamente dalla busta o dalla notifica no, ovviamente, ma esiste una via di scampo. Trattandosi a tutti gli effetti di una spedizione come fosse un pacco, la notifica che ci vediamo recapitare nella cassetta delle lettere riporta un codice alfanumerico.

Si può andare quindi sul sito delle poste Italiane e ricercare nella sezione spedizioni tale codice, che risulta proprio come una targa o un semplice identificativo della missiva.

Da qui tutte le indicazioni del caso verranno dedotte, dando quindi l’immediata intuizione di quello che stiamo per apprendere, notizia lieta o drammatica che sia.

I codici della raccomandata indescritta hanno un significato?

Avviso-di-Giacenza-di-Raccomandata-Indescritta
Un avviso di giacenza di una raccomandata indescritta

La risposta a questa domanda è: assolutamente sì! Anche se di non semplice ed immediata lettura, dall’iniziale si possono dedurre diverse, interessanti informazioni.

  1. Codici che iniziano per 1: Se il nostro codice che visualizziamo sulla ricevuta che il postino ci recapita inizia per 12, 13 o 14 possiamo ritenerci moderatamente soddisfatti. Si tratta infatti di una raccomandata per così dire normale, semplice. Questo documento infatti può essere spedito in esclusiva da un privato cittadino o da una società di persone, non certo da parte di un ente pubblico.
  2. Codici 50 e 56: Per quanto riguarda il mittente possiamo ritenerlo del tutto simile a quanto detto in precedenza, tranne per il fatto che il privato cittadino che ci vuole recapitare una comunicazione, ha semplicemente scelto una modalità di consegna più rapida.
  3. Codici che vanno da 75 a 78: Busta verde….Allarme! Si tratta in questo caso di un qualcosa che lascia presagire un evento o perlomeno una comunicazione di tipo infausto.
  4. Codici di tre cifre iniziante con 6: probabilmente la busta andrà a contenere documenti provenienti da enti Pubblici o Uffici Finanziari. Se il codice è 670 molto probabilemente staremmo per ricevere la tanto temuta cartella esattoriale.

Contenuti descrittivi della raccomandata indescritta

Vi sono poi dei codici esatti che possono essere riassunti nel seguente modo, da tenere a mente per avere l’immediata percezione di quello che stiamo per ricevere, traendone le adeguate considerazioni:

  • Codici 649 e 669: comunicazioni provenienti da Banche o Uffici Finanziari per consegna di bancomat o carte di credito
  • Codice 650: comunicazioni provenienti dall’INPS
  • Codice 689: Lettere di gestione proprie delle Poste Italiane
  • Codice 613 e 615: Sicuramente sarà l’agenzia delle Entrate che sta bussando alle vostre porte
  • Codice 612 e 614: la vostra Banca vi starà trasmettendo delle documentazioni contrattuali riguardanti varie transazione che molto probabilemente dovrete ritrasmettere al mittente dopo firma.

Altri contenuti

Oltre a quanto sopra descritto (codici identificativi, estremi per il ritiro) ed il codice a barre a testimonianza del percorso effettuato, nella Raccomandata indistinta non sono indicati altri dati per nessuna delle due parti interessate nella transazione (oltre al cognome e nome del referente, ovviamente).

Ci sono costi da sostenere?

busta-verde-multe
Non occorre pagare nulla per la ricezione di una raccomandata indescritta

La risposta è semplice…No. Trattandosi di una semplice ricevuta attestante la possibilità di ritirare un plico, non è dovuto nessun importo nè per il mancato recapito della missiva “originale” e nemmeno in fase di ritiro.

Per le stesse motivazioni non è neanche necessario rispedire al mittente quanto ci starà per arrivare. Non sono quindi neanche richieste firme o documenti attestanti l’identità del destinatario.

Considerazioni finali

Alla luce di tutte queste informazioni, possiamo sicuramente affermare che ricevere una Raccomandata Indescritta può essere indice sia di un aspetto pratico utile alla nostra gestione quotidiana che di un qualcosa di spiacevole che ci manda incontro a noiose pratiche burocratiche.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *