Preventivi sui prestiti, ammortamento, rata, estinzione

I preventivi sul prestito sono utili per scegliere il prestito migliore per le proprie necessità, di seguito vedremo come si fa a chiedere un preventivo sul prestito e a cosa serve.

Prima di optare per una qualsiasi tipologia di prestito vengono in genere stilati dei preventivi personalizzati e su misura che non vincolano in alcun modo il cliente finale alla richiesta del finanziamento.

preventivi per il prestito possono anche essere compilati direttamente online o in certi casi richiedere l’intervento di un operatore addetto a tale mansione. Ovviamente in entrambi i casi viene garantita la riservatezza dei dati nel rispetto delle attuali normative vigenti sulla privacy.

I preventivi sono richiesti per ogni tipologia di finanziamento e possono specificare anche le più importanti regolamentazioni che saranno poi approfondite nell’eventuale contratto da firmare.

preventivo prestito

Vista la non vincolabilità del contratto, un preventivo sul prestito può essere richiesto anche a più aziende erogatrici (banche o intermediari) avendo in questo modo un quadro generale e preciso sulla scelta del prestito da effettuare (in base ad agevolazioni e minori trattenute in termini di interessi). Inoltre per poter avere dei prestiti sempre più vantaggiosi gli istituti di credito gestiscono le pratiche di finanziamento, conseguenti al preventivo, interamente online e senza l’uso di intermediari.

Infine prima della compilazione del modulo per l’inoltro di un preventivo, viene spesso offerta un’ulteriore interfaccia sul web in cui poter calcolare autonomamente l’ammontare degli interessi in base al numero delle rate in cui suddividere il rimborso ed alla loro durata (per periodi più lunghi gli interessi si riducono e si hanno maggiori agevolazioni).

Costi di estinzione prestiti

estinzione prestito

La voce “costi estinzione del prestito” presente nel prospetto informativo è spesso trascurata, ma è importante tenerla presente se non si vuole incorrere in sorprese al momento dell’estinzione del prestito.

Tra le varie voci che bisogna tener presente nella scelta di un finanziamento vi sono sicuramente (e non sono da sottovalutare) le eventuali spese o costi legati alla natura del prestito stesso. In particolare è bene soffermarsi sui costi di estinzione anticipata nei momenti in cui il mercato offre dei prodotti finanziari più favorevoli.

Gli istituti di credito o le aziende che agiscono da intermediarie si limitano infatti ad enfatizzare alcuni caratteri salienti dell’offerta promozionale, tra cui ad esempio la possibilità di rimborso a tasso zero, senza mettere in risalto altre parti importanti del prospetto illustrativo, da leggere sempre con molta attenzione.

Bisogna inoltre tener presente che la maggior parte degli interessi applicati sono versati nelle prime rate del prestito e solo una parte esigua di tali interessi è destinata alla parte finale del rimborso complessivo.

Se dunque nelle clausole del regolamento viene specificata l’assenza di spese di estinzione anticipata è buona regola tener presente prodotti con condizioni più favorevoli anche prima della scadenza. L’azzeramento dei costi di estinzione viene praticato maggiormente nei prestiti online in quanto non esistono intermediari e l’istituto di credito risparmia sulle spese di gestione.

Le uniche spese che non è possibile debellare sono quelle di istruttoria che vegono corrisposte all’atto dell’erogazione del prestito e non vengono in alcun caso rimborsate all’utente finale. L’estinzione anticipata può in alcuni casi richiedere anche il pagamento di una penale.

Calcolo rata prestito

calcolo rata prestito

Calcolo della rata del prestito – Analisi dei fattori che entrano in gioco nel calcolo della rata di un prestito e strumenti online per il calcolo della rata.

Una dei fattori importanti da tener presente quando si effettua una richiesta di prestito è quello di effettuare per tempo il calcolo della rata da dover rimborsare; in questo modo si avrà una precisa visione sulla somma da poter chiedere. L’importo complessivo del prestito varia in base al periodo per il quale è stato sottoscritto il prestito ed al tasso di interesse applicato (che può essere a sua volta fisso o variabile).

Ovviamente interessi maggiori pressuppongono un più oneroso rimborso, mentre tempi di pretito maggiori sono sinonimo di rate più leggere e meno gravose. Per stabilire l’ammontare totale del prestito bisogna dunque prendere in considerazione: l’importo della somma da chiedere, il tasso di interesse annuo che viene stabilito dall’istituto di credito o dall’azienda erogatrice, la durata complessiva del prestito in questione, ed infine le rate in cui è suddiviso il rimborso. Sono molti gli strumenti online preposti al calcolo della rata del prestito, in base ai parametri appena elencati, e comunque in genere sono sempre ben esposti nel sito in cui si effettua la richiesta, o nella fase contrattuale.

Inoltre quasi tutte le ditte specializzate effettuano un preventivo gratuito al cliente intenzionato a chiedere un prestito esponendo in modo dettagliato tutti i calcoli necessari. I preventivi possono in tal caso essere personalizzati in base alle proprie esigenze e in relazione alla tipologia di prestito da effettuare.

Calcolo piano di ammortamento prestito

calcolare-piano-ammortamento prestito

Per piano di ammortamento si intende un modello finanziario in grado di calcolare in un finanziamento rateale l’importo che ancora deve essere versato, distinguendo tra quota riferita al capitale vero e proprio e quella legata agli interessi maturati; si effettua dunque una separazione tra debito estinto e debito residuo.

Attualmente sono molti i servizi online gratuiti che permettono di calcolare il proprio piano di ammortamento del prestito.

La banca ha tra i suoi obblighi anche quello di avvisare il cliente sull’andamento del suo prestito e sulle rate che ancora devono essere corrisposte. Tra le voci che occorre segnalare per stabilire il proprio piano di ammortamento troviamo: il tasso di interesse applicato, il numero delle rate applicabili, la durata complessiva del rimborso, la periodicità delle rate e l’importo richiesto.

Esistono inoltre anche degli interessanti programmi gratuiti che permettono tale calcolo  e sono davvero molto utili per avere le idee chiare sulla tipologia del prestito da richiedere, e sulla sua durata compressiva.

Infine per il calcolo del piano di ammortamento sono in genere preposti anche degli appositi preventivi (o moduli online) che l’azienda creditrice emette gratuitamente ed in genere servendosi del supporto di un operatore addetto a tale mansione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *