Cos’è il PosteID? Codice, app e spid

Poste Italiane si arricchisce con un nuovo servizio (il PosteID) rivolto a cittadini e imprese.

Il posteID è il servizio per coloro che amano la semplicità, senza essere più costretti a ricordare numerose password differenti, chiavi di sicurezza e codici per usufruire dei servizi concessi da pubbliche amministrazioni e imprese.

La facile soluzione, offerta da Poste Italiane, si chiama PosteID.

Si tratta di un innovativo sistema di identità digitale che può essere utilizzato non soltanto per usufruire al meglio dei prodotti di Poste Italiane abilitati, ma anche per ottenere l’accesso ai numerosi servizi aderenti e che espongono il logo standard SPID.

Il sistema Pubblico di Identità Digitale ed i numerosi vantaggi

Il sistema SPID, ovvero sistema Pubblico di Identità Digitale, è stato istituito già dal 2016 con lo scopo di permettere l’accesso, mediante l’unicità dell’identità digitale ed attraverso molteplici dispositivi, a tutti i servizi online che vengono forniti dai soggetti aderenti ed autorizzati.

Il sistema SPID, infatti, include soggetti pubblici e privati che hanno ottenuto un accreditamento da parte dell’Agenzia per l’Italia digitale. I servizi del sistema SPID consistono nella registrazione, messa a disposizione delle credenziali e consentono l’accesso in rete.

Quindi, l’operatività del sistema SPID è la soluzione per accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione, attraverso il proprio dispositivo (computer, tablet e smartphone) ma con l’impiego di una sola identità digitale: username e password.

SPID è un sistema di autenticazione che guarda al futuro. Tale sistema è altamente sicuro e pensato per la massima tutela dei dati personali, i quali non possono essere utilizzati o ceduti a terzi, in mancanza di autorizzazione dell’utente.

Inoltre, l’accesso ai differenti servizi SPID è distinguibile chiaramente, grazie ad apposite interfacce di accesso standard, le quali ne consentono il chiaro riconoscimento da parte dei cittadini.

SPID è facilissimo da utilizzare, proprio perché non richiede chiavi di accesso o numerose password da ricordare ed annotare ma fa usufruire dei servizi online aderenti con un’univoca identità digitale.

PosteID

Nuovo PosteID: la soluzione abilitata per il servizio SPID

Poste Italiane ha così realizzato un sistema di sicurezza, al fine di semplificare al massimo la vita degli italiani e di permettere l’utilizzo dei servizi in maniera comoda e veloce.

L’ambito di applicazione di PosteID è abbastanza vasto e variegato. Infatti è bene ribadire che PosteID assicura l’accesso non solo ai servizi forniti da parte di Poste Italiane, ma anche a quelli accreditati al Sistema pubblico di identità Digitale.
Più in particolare, con PosteID, nella versione abilitata a SPID si può:

  • Accedere ai servizi di Poste Italiane online;
  • Accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione convenzionati;
  • Accedere ai servizi dei privati convenzionati SPID.

Abilitazione del codice PosteID a PosteID

Sono molti gli italiani che hanno già ottenuto ed utilizzato il codice PosteID. Si ricorda che il codice alfanumerico in questione, creato dallo stesso utente richiedente, consente di disporre dei servizi ed app messe a disposizione da Poste Italiane ed installate sul proprio dispositivo.

Il codice PosteID permette l’accesso all’App di BancoPosta o all’App di Postepay digitando i caratteri alfanumerici oppure in modalità fingerprint, ovverosia semplicemente pigiando il dito sull’apposito sensore del dispositivo, il quale ne rileverà le impronte digitali.

Il codice PosteID è richiesto per effettuare operazioni di addebito su conto o carta Postepay a mezzo App Ufficio Postale, App BancoPosta o App Postepay, o per autorizzare (a mezzo App Postepay o BancoPosta online), le operazioni dal canale web, dal sito poste.it o da quelli convenzionati.

Per chi fosse già in possesso del codice PosteID, il passaggio a PosteID sarà ancora più agevole. Infatti, chi dispone del codice PosteID sui servizi Bancoposta può ottenere l’abilitazione alla nuova versione PosteID, attivandola direttamente su sito posteid.poste.it.

Ottenere PosteID

poste id app

Per chi non fosse ancora in possesso del descritto codice PosteID, nessun problema. Infatti, ci si può assicurare PosteID senza complicazioni e seguendo le tre ulteriori possibilità, di seguito elencate:

  • Andando direttamente sul sito posteid.poste.it

Questa modalità di attivazione è riservata a coloro che dispongono di un cellulare certificato da Poste Italiane, di un lettore BancoPosta, di una Carta Nazionale dei Servizi attiva, di una carta d’Identità elettronica attiva o di una firma digitale.

In presenza di una delle suindicate condizioni, non serve altro che accedere al sito posteid.poste.it, selezionare la scelta corrispondente al proprio caso e richiedere PosteID abilitato a SPID.

  • Recandosi all’ufficio postale

In mancanza di strumenti di identificazione necessari, per ottenere PosteID si può andare direttamente sul sito posteid.poste.it ed iniziare il processo di identificazione. Successivamente, non resta che trovare l’ufficio postale più vicino e recarsi sul posto per compilare i propri dati, ed esibire all’operatore preposto l’originale del documento di riconoscimento, unitamente alla fotocopia del proprio codice fiscale o tessera sanitaria.

  • Comodamente a domicilio

Al solo prezzo di 14,50 euro (iva inclusa), i cittadini che non dispongono di strumenti di identificazione possono ottenere PosteID direttamente a domicilio. In questo caso i cittadini richiedenti verranno identificati attraverso il servizio Posteinteractive, al fine di ottenere PosteID abilitato a SPID.

La procedura richiede il numero di cellulare, il documento di riconoscimento, il codice fiscale (o tessera sanitaria) e la necessaria corrispondenza fra i dati dei documenti con quelli dichiarati in sede di compilazione su posteid.poste.it.

PosteID App

AppBancopostaPer chi volesse usufruire della massima semplificazione, si ricorda che PosteID è anche in versione app.
La nuova App ufficiale di Poste Italiane diventa operativa nell’ottica della nuova identità digitale, garantendo la massima sicurezza, protezione dei dati e facilità di utilizzo.

Mediante l‘App ufficiale PosteID è possibile accedere:

  • ai servizi online offerti da Poste Italiane;
  • ai servizi online della Pubblica Amministrazione accreditati con SPID;
  • ai servizi dei privati accreditati con SPID.

La nuova App presenta un restyling, così da essere fluida ed innovativa, garantendo la massima velocità di accesso. Infatti, i servizi abilitati possono essere raggiunti non soltanto attraverso l’uso del codice PosteID ma altresì mediante l’uso del QR Code, presente sulla pagina di accesso al servizio.

In questo caso, non servirà altro che inquadrare il QR Code presente sulla pagina, valido in maniera temporanea, così da accedere in maniera comoda e rapida.

Non è finita: attarverso l’App si può anche ottenere una panoramica sullo storico degli accessi e delle autorizzazioni, in modo da avere sempre una visione chiara e riassuntiva, anche delle richieste in sospeso.

Infine, per chi fosse in possesso di uno smartphone con sistema Android, a partire dalla versione 6.0 in poi, può ottenere l’autorizzazione agli accessi anche con sistema fingerprint e quindi con l’innovativo riconoscimento dell’impronta digitale.

Al momento l’app, sviluppata in italiano o inglese, è scaricabile dallo store Apple o da Google Play e per il suo utilizzo bisogna, alternativamente, essere in possesso di un dispositivo mobile, essere registrato su www.poste.it, essere titolari di carta Postepay o avere fornito a Poste Italiane un numero di cellulare di qualsiasi operatore.

Costi di attivazione

Al momento entrare nel mondo PosteID e disporre dei vantaggi dell’identità digitale sembra essere molto interessante e conveniente. In questo periodo, infatti, il servizio PosteID è praticamente gratuito per tutta la durata del contratto, pari a due anni dalla sottoscrizione.
Per usufruire di tali condizioni è necessario cogliere l’opportunità e sottoscrivere il servizio entro e non oltre il 31 dicembre del 2017.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *