Postaclick Banco: cos’è?

Dal 1º gennaio 2016 non è più possibile aprire un Conto BancoPosta Click. Nonostante ciò, chi a quella data ne era già titolare può continuare ad utilizzare il proprio conto e anche richiedere nuovi servizi legati al conto, come effettuare bonifici, pagare bollettini, utilizzare le carte PostePay.

Al contempo è ancora attiva la possibilità di controllare, tramite sms, il saldo e tenere sotto controllo l’operatività tramite notifiche sul numero di cellulare legato al conto.

Il conto Postaclick prevede canoni annui pari a zero, spese ridotte per le altre operazioni, possibilità di utilizzo dell’internet banking per la verifica del saldo e dei movimenti, ma anche per funzioni dispositive come bonifici, vaglia, bollettini. Il sito tramite il quale è possibile accedere alla propria area personale è www.bancopostaclick.it.

Vediamo nel dettaglio quali servizi può richiedere chi era già titolare del conto Banco PostaClick che garantiva spese di gestione davvero basse:

  • Sottoscrivere buoni fruttiferi postali
  • Inviare bonifici
  • Inviare vaglia
  • Pagare bollettini e tributi
  • Ricaricare il credito del telefono cellulare
  • Ricaricare carte postepay

Postamat Click: i servizi offerti

conto online posta bancoposta

Anche se il conto Banco PostaClick non è più sottoscrivibile, Poste Italiane dà la possibilità di attivare Postamat Click.

Si tratta di un bancomat che dà la possibilità di effettuare pagamenti in tutti i negozi facenti parte del circuito Mastercard, sia in Italia che all’estero. Postamat Click permette anche di effettuare acquisti su internet. Per garantire una sicurezza maggiore negli acquisti online, è possibile registrarsi in modo gratuito al servizio Mastercard SecureCode. Questo servizio prevede, ad ogni transazione, l’invio sul proprio cellulare di una password temporanea per concludere l’acquisto.

Il Postamat è anche dotato del sistema di pagamento contactless: avvicinando semplicemente la carta al Pos è possibile effettuare pagamenti fino a un massimo di 25€ senza bisogno di digitare il proprio Pin e senza inserire il chip. Ovviamente, per poter sfruttare questa funzionalità, il terminale Pos dell’esercente deve essere abilitato a ricevere pagamenti contactless: i Pos abilitati sono facilmente individuabili in quanto riportano lo speciale simbolo che individua questa nuova tecnologia.

Prelievi e pagamenti con Postamat Click

post bancoposta

Il Postamat Click non prevede alcun costo nel caso di prelievi dagli sportelli Postamat o negli ufficio postali. Questo tipo di operazioni è completamente gratuito.

Diverso è il caso in cui si presenti la necessità di prelevare denaro contante da uno sportello Atm di una qualsiasi banca. In questo caso, che si tratti di un prelievo effettuato in Italia o in un qualsiasi Paese dell’area Euro, il costo sarà di 1,75€ a prelievo.

La commissione aumenta nel caso in cui si prelevi contante da uno sportello bancomat in un Paese che non fa parte dell’area Euro. In questo caso verranno addebitati 2,58€ più l’1,30% dell’importo per il cambio della valuta. Restano invece gratuite le operazioni di pagamento per acquisti effettuati presso negozi facenti parte del circuito Mastercard. Se non siamo nell’area Euro, però, verrà sempre applicata una commissione dell’1,30% per il cambio.

Limiti di utilizzo del Postamat Click

poste italiane

In base al tipo di utilizzo che intendiamo farne, il Postamat Click prevede diversi massimali.
Negli ufficio postali possiamo prelevare tutto il contante che desideriamo, senza limiti, se non quelli dettati dall’importo presente sulla carta.

Agli sportelli Atm Postamat o di altre banche, sia in Italia che all’estero, il limite di prelievo è di 600€ al giorno. Nell’interno mese è possibile, presso gli stessi sportelli, prelevare fino ad un massimo di 2.500€ mensili.

I massimali sono diversi nel caso di pagamenti presso gli esercenti convenzionati Mastercard. In questo caso il limite giornaliero ammonta a 1.500 euro, mentre il limite mensile è di 3.500€.
E’ comunque possibile abbassare i massimali attraverso il portale online Le Mie Carte.

Cosa fare in caso di furto o smarrimento

Nel caso in cui la carta venga rubata o smarrita, è bene bloccarla immediatamente in modo da evitare che ne venga fatto un uso improprio.

È possibile bloccare in modo completamente gratuito la carta Postamat chiamando il numero 800.652.653 dall’Italia e il numero +39.049.2100148 se ci si trova all’estero.

Sarà anche necessario sporgere denuncia. In questo modo, recandosi ad un ufficio postale, muniti della denuncia, sarà possibile ricevere immediatamente una nuova carta a cui verrà associato automaticamente lo stesso codice Pin e lo stesso numero di telefono per la verifica delle operazioni effettuate.
Lo sostituzione può essere richiesta anche telefonicamente, al numero verde. Il Pin verrà poi recapitato a casa, mentre la carta dovrà comunque essere ritirata presso un ufficio postale.

Gli sconti Banco PostaClick

Essendo titolare di un conto o di una carta Click è possibile accedere al programma di sconti di BancoPosta. Scaricando l’app dedicata si avrà accesso all’elenco dei punti vendita convenzionati, presso i quali sarà possibile accedere a sconti e promozioni.
Per tutte le informazioni è possibile, in alternativa, contattare il numero telefonico gratuito 800.00.33.22.

Il prestito Click BancoPosta

prestiti bancoposta

Ai titolari del BancoPosta Click è riservata anche la possibilità di accedere alla specifica linea di prestito.
L’importo minimo del prestito concesso è di 1.500€, mentre il massimale è di 30.000€.
Il sottoscrittore può decidere se rimborsare il prestito in un minimo di 12 mesi per arrivare sino ad un massimo di 84 mesi. ll tasso di interesse rimane fisso per l’intero periodo di restituzione del prestito.

Come accedere al prestito BancoPosta Click

Accedere ad un prestito BancoPosta richiede diversi passi. Prima di tutto è necessario dotarsi di:

  • documento d’identità in corso di validità;
  • documenti che attestino le fonti di reddito: in genere una copia della busta paga o della dichiarazione dei redditi;
  • codice fiscale;
  • nel caso di cittadini stranieri il permesso di soggiorno.

Tutti i documenti possono essere inseriti, via web, sul sito di Poste italiane. La richiesta di prestito andrà quindi stampata e inviata, a mezzo posta.

Dopo aver pagato le prime sei rate del prestito sarà possibile ridurre o allungare la durata del rimborso, riducendo o aumentando l’importo della rata che si versa mensilmente. Sarà anche concesso saltare una rata.

L’opzione per il cambio della rata, richiedibile sempre attraverso il sito internet di Poste Italiane (accedendo all’area clienti tramite le proprie credenziali) o chiamando il numero verde 800.003322 o ancora via sms al 339.9941499, permette di allungare il prestito fino ad 11 anni. Il tutto avviene senza alcun costo aggiuntivo.

carte bancoposta

Come assicurare il proprio prestito Banco PostaClick

Quando si chiede un prestito il timore diffuso è quello di non avere, in futuro, a disposizione il denaro per riuscire a restituirlo. Per questo BancoPosta offre anche la possibilità di assicurare il prestito. In questo caso, ovviamente, si incorre in costi aggiuntivi.

Per prestiti con durata fino a 60 mesi l’assicurazione ha un costo del 3,25% dell’importo erogato. La percentuale aumenta significativamente, raggiungendo il 4,80%, nel caso in cui il prestito abbia una durata superiore a 60 mesi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *