Definizione di criptovaluta

Cosa sono le criptovalute?

Una criptovaluta è una moneta elettronica, creata attraverso sistemi digitali e non soggetta ai vincoli di emissione delle banche centrali. La sua generazione si basa sulla costruzione di una lista di utenti – detti miners – che consentono, mettendo a disposizione i loro computer, il regolamento delle transazioni che vengono effettuate in rete e ne ricavano compensi in frazioni di moneta.

Le più famose criptovalute sono il Bitcoin, l’Ethereum e il Monero ma l’offerta di criptovalute si è moltiplicata nel corso degli ultimi tempi, quindi è bene valutarle con attenzione.

Le caratteristiche principali che rendono interessanti le criptovalute sono:

  • L’assenza di un organismo centrale che ne regola il funzionamento
  • L’assenza di intermediari, che con le loro commissioni possono influenzare sensibilmente il valore della moneta
  • L’anonimato delle transazioni che, non passando attraverso un meccanismo non inquadrato in una normativa di riferimento, non possono essere tracciate.

Non esistendo un reale circuito di pagamento sul quale possano transitare – vedi ad esempio MasterCard o Visa, in grado di elaborare milioni di transazioni al minuto -, senza i processori messi a disposizione dai miners, le operazioni in criptovalute non potrebbero essere effettuate. La lista di miners che contribuiscono alla creazione delle monete digitali è completamente anonima, i dati delle transazioni che vengono effettuate sono a conoscenza solo delle controparti. Questi fattori contribuiscono a rendere le criptovalute particolarmente appetibili.

esempio di criptovaluta: il bitcoinUtilizzi possibili delle criptovalute

Nell’era dei media, si sente sempre più spesso parlare delle valute digitali come reale alternativa al denaro tradizionale – cosiddetto a corso legale – e, in effetti, nel corso degli ultimi anni, queste modalità alternative di pagamento hanno acquisito una popolarità sempre crescente.

Le monete virtuali che hanno avuto accesso al mercato finanziario hanno visto moltiplicare il loro valore nel giro di pochissimo tempo permettendo agli investitori di speculare sulla variazione del loro prezzo. La ragione è semplice: c’è chi è disposto a pagare per l’anonimato delle sue transazioni.

Le criptovalute possono essere utilizzate per finalità di investimento, di speculazione sull’andamento del loro prezzo e per essere scambiate con beni o prestazioni in rete. Il web ha registrato un aumento significativo degli esercenti online che accettano i pagamenti in criptovalute. La capitalizzazione di queste monete, dalle ulitme stime, si aggira attorno ai 50 miliardi di dollari americani.

Come investire in criptovalute?

Nel mercato delle criptovalute è possibile entrare in modi diversi, a seconda di quale sia il proprio obiettivo di investimento:

  • Si può entrare a far parte di una comunità di miners ricevendo compensi in frazioni di criptovaluta
  • È possibile acquistare le criptovalute di interesse direttamente presso gli Exchange online
  • Investendo nell’andamento della criptovaluta contro una valuta a corso legale attraverso le piattaforme di trading online.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *