Definizione criptovaluta NEO

NEO è una criptovaluta di origine Cinese, attraverso la quale il mercato della Cina vorrebbe riuscire a creare un sistema solido di concorrenza a criptovalute già esistenti per creare una vera e propria economia alternativa.

In realtà NEO non è una novità in senso assoluto, visto che nasce dalla ristrutturazione di ANTSHARE, prima vera blockchain Cinese.

L’idea di fondo era quella di creare un metodo alternativo, che fosse in grado di sostenere le economie emergenti tramite uno scambio dato dalla “smart economy”.

I vantaggi di NEO

Molto simile all’Ethereum, ne risulta anche essere il concorrente più temibile.
Infatti, secondo i suoi creatori, questa criptovaluta sarebbe migliore in termini di scalabilità e resistenza agli aumenti delle transazioni nonché della compatibilità.

NEO, infatti, riesce a gestire all’interno della sua piattaforma, sia le identità digitali che i contratti intelligenti, garantendo il pagamento in criptovaluta, esattamente come accade nell’Ethereum.

La sua superiorità, inoltre, sarebbe data dall’uso di svariati linguaggi informatici, tra cui Java e Microsoft.net, il che contribuisce a renderla maggiormente fruibile e dinamica, mentre Ethereum è costretto ad utilizzare solo un complicato linguaggio (solidity), che ad oggi ha generato non pochi problemi, visto che richiede il costante intervento di programmatori specializzati.

A sostenere lo sviluppo impressionante e veloce di questa valuta è intervenuta anche l’alleanza stretta con Microsoft che ne ha aumentato la credibilità e permesso un balzo in avanti da un controvalore che è passato da 1 a 48 dollari per unità in soli tre mesi, nel periodo compreso tra il 25 maggio e il 14 agosto scorso.

Ad oggi sono state immesse sul mercato esclusivamente 50 milioni di monete, con una previsione di raggiungere i 100 milioni gradualmente, nonostante di recente NEO abbia sofferto il divieto della Cina nell’uso delle ICO (criptovalute).

Quali ostacoli con Neo

Tale divieto tuttavia non pare realistico in un panorama nel quale tali valute stanno prendendo sempre maggior piede.

Che si sia trattato di una manovra politica in vista delle elezioni o di una mossa protezionistica della valuta locale, comunque non è possibile pensare che l’innalzamento di firewall da parte del governo Cinese potrà consentire la restituzione di somme enormi realizzate proprio grazie a NEO e affini.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *