Consigli di trading per diventare trader

Se Pensi che basterebbe investire dei soldi per diventare immediatamente ricco, ti sbagli! Non funziona in questo modo. Di seguito troverai alcuni dei migliori consigli sul trading da chi lo fa come professione.

Entrare nella mentalità giusta: trader vincente

Ovviamente guadagni sono proporzionali alle cifre che avete deciso di investire ma fate bene attenzione a non trattare il trading come se andaste a giocare al casinó dove tutto dipende da quanto siete fortunati. Si deve invece pensare al trading come a negoziazioni basate su un metodo scientifico.

Non prendere decisioni a caso

Il mercato non è casuale, ha degli schemi. Se non hai idea in che punto è il mercato, sarà per voi solo una perdita economica. Prima di prendere posizione dovrete prevedere quali mosse farà.

Avere un Piano

Non aprire una posizione se il la quotazione aumenta bruscamente o diminuisce. Progetta sempre le tue posizio in anticipo. Determinate in anticipo il livello ottimale dei prezzi per le posizioni di apertura e chiusura, unitamente agli ordini “Take-profit” e “Stop-loss”.

Non usare troppa leva finanziaria

La leva finanziaria permette di moltiplicare la somma di denaro per il numero della leva scelto, permettendo così di aprire posizioni relativamente grandi investendo una piccola somma di denaro. Questo è vero che significa che con una piccola cifra possiamo avere grossi guadagni ma è anche vero che possiamo avere grosse perdite, specialmente se la volatilità è molto alta. Usando una leva finanziaria bassa potremmo sostenere le perdite capitalizzando i guadagni.

Non dimenticare gli stop loss !

La ragione principale per cui la gente che ha aperto una posizione e sta guadagnando finisce poi per avere una perdita, è perchè non ha utilizzato gli una stop-loss. L’utilizzo di stop-loss aiuterà a controllare il livello massimo di perdita, anche in caso di mercato sfavorevole. Utilizza questo strumento saggiamente e puoi ridurre significativamente la perdita di transazioni non riuscite.

Non limitare i tuoi profitti

Errore numero uno, che di solito capita ai novizi è la chiusura troppo veloce dei profitti. Attenendosi alla propria strategia, imparererete ad evitare una chiusura veloce delle posizioni, aumentando i profitti.

Scopri tutto sul mercato finanziario su cui vuoi operare

Non fate l’errore di non sapere nulla sul mercato su cui avete scelto di negoziare. Immaginate il trading come ad una battaglia, ci saranno vincitori e vinti, perdite e guadagni ma andare in battaglia senza conoscere il nemico si rischia di perdere tutto.

Imparare a capire cosa influenza le quotazioni di borsa

Le quotazioni sono influenzate da molteplici fattori, tra cui gli sviluppi globali, l’economia e perfino i diversi mercati finanziari influenzano e vengono influenzati a vicenda.
Mercati predominanti:avere la capacità di stabilire qual è il mercato predominante, vi permetterà di essere flessibili con la vostra strategia andandoad evitare perdite inutili.

Tenete le vostre emozioni al di fuori del trading: non amatelo ne odiatelo
Anche se possiamo seguire deimodelli o delle tendenze bisogna rendersi conto che il ,mercato non è un essere vivente quindi non è una creatura capace di respirare e per questo di per se non dobbiamo provare emozioni nei suoi confronti.

Pensando alle volte in cui si sono persi dei soldi, a tutti i sacrifici che si sono fatti per metterli da parte, si può avvertire la voglia di “vendicarsi”. Bisogna avere chiaro in mente che gli indici e le azioni sono influenzati da molteplici fattori esterni e non è una questione personale.

Stabilire il proprio obiettivo

Potrebbe sembrare stupido ma stabilire il proprio obiettivo è forse il passaggio più importante che bisogna fare prima di entrare nel trading finanziario. Si potrebbe semplicemente dire che il vostro scopo è quello di guadagnare tantissimi soldi, ma il denaro è semplicemente un mezzo per arrivare al fine. Presto vi renderete conto che non è il profitto quello che cercate veramente ma quello che si potrebbe fare con quel guadagno. Inoltre se vi concentrate troppo sul guadagnare si corre il rischio di prendere delle decisioni sbagliate. Gli operatori esperti si concentrano molto sul processo di trading piuttosto di preoccuparsi della quantità di denaro che possono vincere o perdere.

Come iniziare a fare trading? Le fasi per partire

In questa parte vedremo un piccola guida al trading forex con le fasi più importanti. Iniziare a fare trading on-line è come andare a fare un lungo viaggio in auto. Prima di mettersi alla guida, bisogna prendere in considerazione alcuni punti importanti.
  • Dove stai andando? Quali sono i tuoi obiettivi finanziari?
  • Qual è il tuo obiettivo di investimento? Vuoi trarre subito profitto o si è disposti ad aspettare qualche anno?
  • Quanta benzina hai nel serbatoio? Quanti soldi possiamo investire sia nell’immediato che in futuro per raggiungere i nostri obiettivi?
  • Quali sono le fermate intermedie? Avete delle esigenze finanziarie a breve termine?
  • Quanto tempo avete intenzione di rimanere fermi una volta raggiunta la meta? Dovrai vivere solo con i soldi del trading nei prossimi anni o saranno solo entrate extra?

Finché non darete a voi stessi una risposta chiara a queste domande, non potrete affrontare un lungo viaggio. Le probabilità di insuccesso rimangono come ovviamente c’é il rischio di un guasto all’autovettura e rimanere a piedi da qualche parte lungo la strada.

Pianificazione delle modalità d’investimento

Come qualsiasi lungo viaggio, richiede l’investimento di un capitale iniziale. E qui ci sono alcuni punti importanti. In primo luogo, nel mercato azionario si dovrebbe investire solo una piccola parte dei fondi disponibili (ad esempio, il 20% di risparmio). In secondo luogo, ci sono delle opzioni da escludere subito a priori “farsi prestare dei soldi da amici; fare un prestito bancario” Non possiamo assolutamente utilizzare denaro preso in prestito! Perché i rischi sono presenti in ogni caso, e non faremmo altro che aggiungere un’altra componente psicologica a nostro sfavore che è la necessità di restituire il capitale prestato e ci spingerá a commettere una serie di errori.

1. Formazione e studio

Naturalmente, è difficile guidare una macchina, se non si conoscono i segnali stradali e se è la prima volta in assoluto che ci siamo messi al volante. Pertanto, si consiglia di iniziare con un allenamento senza rischi. Per iniziare, leggi qualsiasi libro sulla compravendita di azioni. Ovviamente,è impossibile iniziare a fare trading online leggendo un solo libro, non importa quanto brillante sia è stato, il mercato azionario non si impara come si impara a scrivere poesie.

Oggi varie aziende offrono una varietà di corsi sul mercato azionario per i principianti. La bellezza della tecnologia è quella di offrire oltre i classici corsi serali in aula, l’apprendimento on-line ovunque voi vogliate e a volte addirittura gratis.

2. Aprire un conto demo

Durante i primi passi nel mercato, si raccomanda di non tralasciare la fase di esercitazione “demo”. Anche se non abbiamo soldi a sufficienza che ci permettono di esercitarsi, con questa modalità possiamo sperimentare strategie diverse in tutte le sfumature senza alcuna spesa.

Per lo meno, durante la formazione si potrà conoscere la piattaforma di trading e correggere piccoli errori tecnici. E tutto questo senza rischi e in maniera completamente gratuita.

3. Scegliere un broker e aprire un conto reale

In qualsiasi momento, quando ti rendi conto che siete pronti per affrontare il mercato reale, basta aprire un conto con il broker scelto, versare del denaro e iniziare a effettuare transazioni. Tuttavia, non abbiate fretta di versare l’intera somma disponibile: c’è un punto importante che viene spesso ignorato, e poi pagato a caro prezzo per nuovi arrivati ​​”il fattore psicologico”. Che spesso diventa un ostacolo per investitori non professionisti.

Utilizzando denaro reale cambia infatti il rapporto di fiducia nelle operazioni. Ci saranno inevitabilmente una serie di trappole psicologiche che interferiscono con le vostre strategie. Al fine di comprendere e superare queste barriere psicologiche, sarà molto efficace investire inizialmente piccole quantità di denaro reale. Anche le piccole perdite vi daranno un’idea di come influisce il fattore psicologico nel trading.

Uno dei passi più importanti è la scelta di un broker. per sceglierlo possiamo valutare alcuni parametri come: la facilità di apertura di un conto, le commissioni, l’importo iniziale di investimento, le piattaforme di trading, etc.

Aprire un conto oggi è molto facile. Alcune società, permettono di aprirlo semplicemente allegando alla compilazione dei dati, una copia dei documenti richiesti.

4. Scegli la tua strategia di trading

All’inizio, abbiamo programmato il viaggio in auto ma non è mai troppo tardi per cambiare idea e arrivare a destinazione con un trasporto pubblico: autobus, aereo, ecc. C’è solo bisogno di comprare un biglietto.

Quando si tratta di investimenti, il percorso può essere tortuoso, lungo, con un numero di fermate e tutte le decisioni sono prese dal conducente, vale a dire, gli strumenti finanziari possono aiutare a guadagnare, e la strategia di lavorare con loro.

Basta ricordare una cosa importante: al mercato azionario si possono affacciare praticamente tutti. Ricordiamo Richard Dennis, che nella seconda metà del secolo scorso, negli Stati Uniti ha fatto una scommessa con il suo amico, ha insegnato a 23 barboni che vivevano per strada negli ad investire nel trading, ha dato loro dei soldi e successivamente sono diventate ricche guadagnando milioni di dollari.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *