Coinspace Truffa? Info opinioni e recensioni

L’esplosione delle criptovalute ha generato un vero e proprio mercato parallelo a quello valutario standard, con prezzi a volte molto elevati e rendimenti particolarmente interessanti per coloro che hanno saputo investire per tempo.

Dopo Bitcoin ed Ethereum si sono moltiplicate le criptovalute in circolazione, favorite da un trend di grande crescita e dalle immense (e ancora inesplorate) potenzialità di questo tipo di monete virtuali.

Nel settore delle criptovalute si è da qualche tempo inserita anche la criptovaluta CoinSpace: gli ottimi risultati e le promesse di rendimento di quest’ultima ne hanno anche decretato un forte successo presso gli investitori, arrivando alcuni ad affermare che si tratti della criptovaluta dell’anno.

A fronte di queste voci sensazionalistiche, come molte altre cui ci hanno abituato alcune promozioni poi rivelatesi dei colossali fallimenti e fonte di grosse perdite per i risparmiatori, viene da chiedersi: CoinSpace è una truffa?

Ecco perché in questo articolo cercheremo di capire tutto su CoinSpace, info principali, opinioni e recensioni della criptovaluta, così da fornire un quadro molto chiaro di cos’è CoinSpace, se si tratta di una truffa o di un asset su cui puntare per i propri investimenti, cogliendo quali sono le opinioni dei lettori e del mercato per favorire scelte consapevoli. Approfondire anche la storia delle criptovalute ed il futuro della moneta digitale.

  1. CoinSpace è una truffa?
  2. Come funziona CoinSpace?
  3. Cosa dicono i promotori di CoinSpace?
  4. Si guadagna con CoinSpace?
  5. CoinSpace: opinioni e recensioni online
  6. CoinSpace truffa? I dubbi sul progetto

Coinspace criptovaluta
Criptovalute di vario tipo

Abbiamo già detto che si tratta della criptovaluta del momento, anche se già all’inizio del 2016 cominciò a girare la voce del lancio di una nuova valuta S-Coin. All’epoca molti commentatori avevano immaginato si trattasse dell’ennesima piattaforma di trading che prometteva grandi guadagni in caso di affiliazione, per poi rivelarsi una vera e propria truffa, ma a distanza di tempo sufficiente si può veramente affermare che CoinSpace è una truffa, un classico schema Ponzi rivisitato per frodare i più sprovveduti?

Per rispondere a questa domanda è necessario fare una premessa generale: nel settore dei mercati finanziari occorre sempre avere gli occhi aperti. I tipi di prodotti e di offerte che circolano nel mondo della finanza sono i più disparati e non tutti hanno a disposizione le informazioni e gli strumenti per analizzare nel dettaglio l’asset su cui puntare, o i rischi effettivi di perdere i capitali investiti.

Per questo motivo, vogliamo fornire una recensione il più oggettiva possibile di CoinSpace, per capire se si tratta di una truffa: in questo modo, il lettore potrà analizzare effettivamente il settore e il prodotto acquistato e orientare consapevolmente le proprie scelte di investimento.

Si sa che le criptovalute sono diventate un bene rifugio tra i preferiti da parte degli operatori del mercato, grazie alla estrema volatilità dei valori relativi e alla facilità di trading online, caratteristiche che hanno rappresentato una vera e propria manna dal cielo in un momento di forte crisi globale.

Tuttavia, CoinSpace, come molte altre criptovalute, non è riconosciuta dalle Banche centrali e da moltissimi Stati e, per questo motivo, non è regolamentata.

Nello specifico, CoinSpace è stata letteralmente bandita dal mercato finanziario italiano, in forza di una delibera della CONSOB (l’Autorità di vigilanza sulle Borse), la numero 19866 del 1° febbraio 2017: l’Autorità di vigilanza ha disposto la sospensione della pubblicità in Italia di CoinSpace, ritenendo che l’attività di estrazione di criptovalute non potesse essere considerata una forma di investimento autorizzata e che ogni sito promozionale in materia non poteva essere equiparato ad un soggetto istituzionale nel settore degli investimenti.

Questo significa che ogni forma di promozione legale di CoinSpace è vietata in Italia e tutti i siti web che proponevano questa valuta sono stati oscurati e messi offline da parte della magistratura e della polizia postale.

Sembrerebbe che le cose si siano messe male per CoinSpace.

A ben vedere, però, la pronuncia della CONSOB, come può leggersi nel testo integrale della delibera, si è limitata a disporre la sospensione in via cautelare della commercializzazione della criptovaluta, mentre la magistratura non si è ancora pronunciata sulla legalità o meno di questo tipo di prodotto e della validità della sua offerta al pubblico.

Quindi, almeno dal punto di vista giuridico, non si può ancora affermare che CoinSpace sia una truffa.

Da qui a consigliare di investire in questa criptovaluta, tuttavia, passa un mondo: infatti, allo stato delle cose, la società che c’è dietro CoinSpace non è autorizzata a svolgere attività di diffusione presso il pubblico di strumenti finanziari e, peraltro, anche i vari promotori sono stati diffidati dalla possibilità di far sottoscrivere ai potenziali investitori questo tipo di prodotti.

Inoltre, va chiarito che in Italia (ma anche nel resto d’Europa), soltanto le Società autorizzate ai sensi di legge allo svolgimento dei servizi di investimento sono abilitate a negoziare per conto dei clienti sui mercati finanziari: per questo, rivolgersi a siti o piattaforme registrate espone a rischi molto più elevati rispetto a quelli, normalissimi, che ci si trova di fronte giocando in Borsa.

Tutte le società finanziarie registrate devono essere autorizzate dalle autorità nazionali, anche sotto forma di piattaforme CySec, e agire in base a regole valide per tutto il territorio europeo stabilite nella Direttiva MiFid: per questo, se la CONSOB ha deciso di sospendere la pubblicità di CoinSpace sembra davvero difficile che questa società possa avere i requisiti per essere registrata e operare come intermediario finanziario.

Per questo motivo è molto sconsigliato investire con CoinSpace: il rischio è quello di trovarsi invischiati in un ennesimo prodotto che promette soldi facili, ma che si rivela una fonte di perdite ingenti.

Ma qual è il problema di CoinSpace e perché è stato vietato in Italia?

Nei prossimi paragrafi vedremo appunto come funziona CoinSpace e quali sono le opinioni e recensioni degli utenti, per poi individuare modalità di investimento probabilmente più sicure e affidabili per i consumatori.

coinspace come funziona
Grafica rappresentativa del funzionamento di CoinSpace

Ad oggi le principali informazioni che si possono trarre sul funzionamento di CoinSpace derivano dalla società stessa (la CoinSpace LTD) e da molte opinioni e recensioni provenienti da forum specializzati in trading online, investimenti e in generale mercati finanziari. Raccogliendo un po’ di informazioni per offrire al lettore un quadro sintetico, si può dire che il guadagno proposto da CoinSpace si articola su due concetti principali:

  • il mining della criptovaluta (gli S-Coin) e i guadagni derivanti dalla vendita e scambio sulle piattaforme di trading (che dovrebbe essere gestito dal sito, per cui l’utente, oltre a pagare, non dovrebbe fare altro che raccogliere i ricavi mensili, come vedremo nel dettaglio);
  • l’affiliazione di altri clienti

Alla registrazione sulla piattaforma occorre procedere ad un primo versamento per avviare il mining e cominciare (si spera!) a vedere i primi rendimenti. In alternativa, la piattaforma riconosce una percentuale dei soldi incassati quando altri utenti vengono invitati (in gergo questa operazione si chiama referral) e provvedono a loro volta ad effettuare un versamento.

A distanza di qualche tempo dall’annuncio del lancio del sito, però, il mining della criptovaluta non sembra ancora essersi avviato, per cui tutti quelli che dichiarano di aver guadagnato investendo su CoinSpace non hanno fatto altro che invitare altri utenti e guadagnare in proporzione ai versamenti fatti da questi ultimi.

Se si guadagna soltanto nel momento in cui altri si affiliano al sito e spendono denaro, è evidente che ci si trova dinanzi ad uno schema Ponzi: si tratta di un sistema di guadagni piramidale (a chiamarla con il suo vero nome dovrebbe trattarsi di vera e propria truffa), basato unicamente sulla presentazione di altri utenti paganti (il cui denaro investito costituisce il profitto dei primi), i quali a loro volta, per tentare di recuperare il proprio investimento e vedere qualche guadagno, dovranno invitare a loro volta altre persone.

Una catena di San Antonio o un circolo vizioso che nasconde una vendita piramidale in cui soltanto i primi riescono a guadagnare qualcosa, a discapito di moltissimi altri, venuti dopo, che perdono letteralmente i propri soldi.

Questo tipo di operazioni è assolutamente vietato in Italia, per questo motivo bisogna prestare moltissima attenzione prima di sottoscrivere questo genere di investimento, avendo la consapevolezza di stare operando fuori dalla legalità.

coinspace promotori
Un promotore di CoinSpace mostra la crescita del valore della criptovaluta

Secondo i promotori, invece, il vero guadagno di CoinSpace sarebbe rappresentato dalle operazioni di trading operate per conto dei clienti, che consistono nella vendita e nello scambio della quantità di criptovaluta minata nel frattempo dalla community.

Considerato il buon andamento delle valute come Bitcoin ed Ethereum, ma anche di altre come puoi visionare sulla lista delle criptovalute sulle quali investire, se fosse veramente così, ci si potrebbe trovare dinanzi alla possibilità di fare soldi facili, semplicemente vendendo la propria criptovaluta (dietro moneta tradizionale, come euro o dollaro) in un momento in cui quest’ultima ha raggiunto una quotazione molto elevata.

In particolare, i piani proposti dai promotori di CoinSpace (almeno prima che i vari siti venissero oscurati) offrivano vari pacchetti di investimento, ciascuno dei quali attribuisce una certa quantità di punti S-Coin. Le possibilità di investimento possono essere così riassunte:

  • Piano Minimum Mine, realizzo 30 S-Coins, costo 300 euro;
  • Basic Mine, 100 S-Coins, costo 700 euro;
  • Quarter Mine, 250 S-Coins, costo 1.500 euro;
  • Half Mine, 500 S-Coins, costo 3.000 euro;
  • Full Mine, 1000 S-Coins, costo 6.000 euro;
  • Double Mine, 2000 S-Coins, costo 12.000 euro.

Una volta sottoscritto uno dei piani di investimento proposti, il sito promette le seguenti possibilità di guadagno:

  • una percentuale mensile predeterminata (in gergo, un ROI passivo mensile), che varia in funzione del valore dell’investimento, per cui quanto più costoso è il pacchetto acquistato tanto più alto sarà il rendimento passivo;
  • una percentuale sulle commissioni effettuata dai nuovi affiliati reclutati;
  • una serie di provvigioni residue, pagate attraverso un sistema di compensazione binaria.

Già messa in questi termini si capisce che non è tanto facile guadagnare con CoinSpace: a ciò bisogna aggiungere, inoltre, che un quarto dei guadagni pagati da CoinSpace non possono essere ritirati (ad esempio, chiedendo un bonifico sul proprio conto corrente o su un portafogli esterno tra quelli accettati, come Paypal o Payeer), ma devono essere reinvestiti nell’acquisto di altri pacchetti.

I guadagni che dovrebbero essere generati dal mining e dal trading della Criptovaluta sono disposti in funzione del valore dei pacchetti acquistati.

L’ammontare dei guadagni è reso disponibile una volta al mese per un periodo di 12 mesi, necessario, facendo qualche calcolo alla mano, a recuperare l’investimento iniziale e a vedere capitalizzati anche i guadagni sperati.

Ecco a quanto ammontano nel dettaglio le commissioni di ROI passivo mensile proposte dal sito:

  • Minimum Mine – 36.50 euro mensili;
  • Basic Mine – 84 euro al mese;
  • Quarter Mine – 182.50 euro mensili;
  • Half Mine – 365 euro al mese;
  • Full Mine – 730 euro menili;
  • Double Mine – € 1520 al mese per dodici mensilità.

Per quanto riguarda le commissioni ricevute grazie agli acquisti fatti dal reclutamento di referrers, il valore di queste ultime dipende a sua volta da quanto il nuovo cliente che si è portato sul sito ha pagato.

Per questo, a seconda dei pacchetti che l’affiliato acquista ci saranno i seguenti guadagni per il reclutatore:

  • se il nuovo cliente acquista un Minimum Mine, il guadagno per il recruiter è di 35 euro;
  • per un Basic Mine è di 84 euro;
  • in caso di acquisto di un Quarter Mine è di 180 euro;
  • per un Half Mine di 360 euro;
  • Full Mine, 720 euro;
  • Double Mine, 1440 euro.

coinspace pacchetti
Grafica rappresentativa dei pacchetti presenti su CoinSpace

Abbiamo appena visto a quanto ammontano i guadagni promessi partecipando a CoinSpace. Ma questi guadagni sono effettivi?

Chi ha avuto modo di provare questa criptovaluta e il sistema che c’è alle spalle afferma che sì, con CoinSpace si guadagna. Il punto, però, è chiedersi come e perché vengono pagate le commissioni nei confronti dei clienti che hanno investito.

Abbiamo visto che alle spalle del guadagno su CoinSpace c’è la possibilità di approfittare del mining degli S-coin, i quali, venduti e scambiati in un modo non meglio chiarito, generano i profitti distribuiti mensilmente a seconda del piano sottoscritto dall’investitore.

L’annuncio ufficiale sul sito e sui portali dei vari promotori dava per certo il lancio degli S-Coin, promettendo che la criptovaluta avrebbe aumentato il proprio valore in pochissimo tempo.

Peccato, però, che questo lancio sia rimasto in sospeso per anni e progressivamente rimandato.

Visto che non risulta ancora alcuna prova dell’esistenza di un vero e proprio mining della criptovaluta, pare evidente che al momento le commissioni che vengono pagate agli utenti, oltre ai diritti di affiliazione, altro non rappresentano che i soldi incassati da parte degli investitori successivi.

In pratica, la Società, come in ogni classico schema Ponzi, attira i clienti promettendo guadagni fortissimi per operazioni praticamente inesistenti (o meno redditizie di quanto si vuole far intendere), pagando i primi investitori con i soldi messi dagli altri, fino al punto in cui la situazione comincia a crollare e allora si scappa col malloppo, lasciando con un palmo di naso tutti gli altri.

Quindi, a fronte di pochissimi che hanno effettivamente guadagnato con Coinspace, soprattutto quelli che, forse non troppo carinamente, hanno invitato molti altri utenti paganti sulla piattaforma, molti altri restano o resteranno a bocca asciutta, perdendo del tutto il capitale investito. È bene precisarlo: non ci sono prove che sia così, ma lo schema è già visto e le conseguenze sempre le stesse.

coin space recensioni
La grafica che rappresenta il mondo di CoinSpace

Cosa si dice di CoinSpace online?

Se le nostre osservazioni non ti hanno del tutto convinto, sei liberissimo di poter fare un giro sulle varie piattaforme social o sui forum per leggere direttamente le opinioni su CoinSpace.

Abbiamo già detto che l’unico vero modo per guadagnare con CoinSpace è quello di portare nuove persone ad investire sulla piattaforma: visto che non è stata mai lanciata la criptovaluta che avrebbe dovuto generare i guadagni promessi, è con i soldi di amici, parenti, conoscenti e quanti altri siano stati convinti ad iscriversi che vengono pagati i guadagni.

Di tutto questo può esserci prova proprio leggendo le recensioni su CoinSpace che si trovano online.

Si possono letteralmente dividere in due grosse categorie: da un lato ci sono moltissime persone che lamentano di aver perso i propri soldi, dopo aver sperimentato che manca il sistema di mining e, per questo, non essendo riusciti a convincere altri a versare i proprio soldi (forse sarebbe preferibile dire buttare) non si vedono riconosciuto alcun guadagno.

Dall’altro lato ci sono recensioni, in quantità minore, di persone che affermano di guadagnare moltissimi soldi grazie a CoinSpace, invitando chiunque ad iscriversi tramite il proprio referral link.

È chiarissimo che questo secondo tipo di recensioni è scritta apposta per invogliare il prossimo ad iscriversi, per poter guadagnare affiliati che genereranno gli effettivi guadagni per chi formula opinioni positive su CoinSpace.

Un altro dato è importante: moltissime delle recensioni che spingevano le persone ad iscriversi su CoinSpace, dietro la promessa di facili e ingenti guadagni, sono state recentemente cancellate dopo la pronuncia della CONSOB che abbiamo citato, forse proprio per il timore di conseguenze legali per aver partecipato ad uno schema piramidale (che, ricordiamo, è severamente vietato dalla legge 173 del 2005).

progetto coinspace
Coinspace analizzato al pc come sistema binario

Finora ci siamo limitati ad offrire info opinioni e recensioni su CoinSpace facilmente reperibili semplicemente con una ricerca online.

I dati che sono stati evidenziati sembrano concludere tutti nel senso che non è opportuno investire su questa piattaforma, a meno che non si sia disposti ad invitare moltissime altre persone, nella consapevolezza di esporle a loro volta dinanzi al rischio di perdere i propri soldi.

Nonostante la CONSOB abbia sostanzialmente messo il veto su CoinSpace, moltissimi trader e investitori italiani sono interessati su questo metodo per poter fare soldi facili, anche nella consapevolezza di farlo in modo illegale.

Peraltro, ci sono moltissimi investitori che cercano informazioni su CoinSpace Italia login, dal momento che la polizia postale ha oscurato il sito, mascherando i proxy e impedendo agli utenti di poter accedere.

Questo ha gettato moltissime persone nello sconforto, perché tutti quelli che si sono imbattuti in questo tipo di investimento pensano di aver perso definitivamente il proprio denaro.

In realtà, esiste ancora una (pur minima) possibilità di poter riavere i propri soldi: in primo luogo, rivolgendoti ad un legale di fiducia per intentare una causa contro il sito e ottenere il versamento delle somme dovute; in secondo luogo, cercando di aggirare il blocco dei proxy modificando il proprio IP per accedere (abusivamente) al sito.

Va chiarito, però, che è davvero molto difficile tentare di recuperare i propri soldi.

Tutti gli indici sembrano dimostrare che CoinSpace nasconde in realtà uno schema Ponzi, e che molto probabilmente, dopo la chiusura del sito, quelli che c’erano dietro si sono dati alla macchia. Ma allora non è proprio possibile fare nulla?

Qualcosa si potrebbe fare se si avessero a disposizioni info su CoinSpace effettive e precise. Ma questo è difficile non solo perché ormai il sito è oscurato, ma anche perché, anche prima che il portale fosse messo offline, non erano presenti informazioni sul gestore della Società.

Su alcuni siti di promoter di CoinSpace, prima ancora del bando della criptovaluta, erano ricavabili alcune informazioni, che riportiamo:

  • sembra che il dominio CoinSpace (“CoinSpace.eu”) sia stato registrato l’11 marzo 2015;
  • spulciando su alcuni blog si fa il nome di un certo Danjel Pawl come proprietario o gestore di CoinSpace LTD, ma non ci sono elementi per confermare questa circostanza;
  • su alcune fonti si trova una sede legale a Malta (con indirizzo Whitehall Mansions, Flt 9 Luqa Briffa Il, Gzira, GZR 1506), anche se la MFSA (l’ente della regolamentazione maltese) ha categoricamente smentito questa circostanza, precisando che la presunta società CoinSpace LTD non è regolamentata a Malta e che, comunque, non risulta alcuna società con questo nome autorizzata all’erogazione di servizi di investimento fuori o dentro Malta.

Perché Malta, verrebbe da chiedersi. Non è un caso che questo Paese non prevede come reato il sistema di vendite piramidali (cd. multilevel marketing), a differenza di quanto avviene in Italia.

Questo da molti vantaggi a chi c’è dietro CoinSpace, perché nel momento in cui la società chiuderà bottega nessuno potrà prendersela per il fallimento e la perdita dei propri risparmi.

Alla luce di tutto quello che abbiamo visto, sembra chiaro che dietro lo schermo di una criptovaluta al pari di molte altre, da minare e compravendere per realizzare utili, CoinSpace non è altro che l’ennesima piattaforma con affiliazione piramidale.

Il fatto che questa società non sia autorizzata a svolgere attività di intermediazione finanziaria e che, peraltro, sia stata ufficialmente diffidata dalla CONSOB, non è tra i migliori biglietti da visita per tentare un investimento.

Inoltre, abbiamo visto che non si hanno notizie certe sulla Società, sulla proprietà della stessa (altro campanello d’allarme) e che, visto il mancato lancio della criptovaluta anche dopo molti annunci e rinvii, l’unico vero metodo di guadagno con CoinSpace è in realtà quello dell’affiliazione: se una società ha bisogno di nuovi fondi erogati dai nuovi clienti per pagare i vecchi, allora è il più classico degli schemi Ponzi.

CoinSpace, quindi, non è una criptovaluta su cui investire, ma uno schema piramidale che retribuisce gli affiliati premiando il reclutamento di nuovi investitori, con una valuta (gli S-Coins) che non ha alcun valore riconosciuto e che può essere utilizzata soltanto sulla piattaforma CoinSpace.

Il pericolo degli schemi piramidali è che, quando sono finiti i nuovi investitori, non ci sono più capitali da redistribuire tra gli affiliati già presenti, e il tutto collassa nel giro di pochi giorni, da un momento all’altro.

A differenza di CoinSpace, le criptovalute riconosciute vengono legittimamente utilizzate sia all’interno che all’esterno del programma o della piattaforma che le genera, come avviene invece per CoinSpace; inoltre, il valore relativo di monete virtuali come i Bitcoin, è determinato dai meccanismi di mercato, secondo la legge della domanda e dell’offerta, mentre il valore degli S-Coin è stabilito a monte dal programma di gestione.

Per questo, se si vuole investire in criptovalute, facendo trading in modo tradizionale, occorre rivolgersi ad altri strumenti, scegliendo broker autorizzati, seri e affidabili che possano guidare gli investitori nel mercato.

La prima regola per chi vuole guadagnare sui mercati finanziari ed azioni di borsa è che i soldi facili non esistono: esistono, al più, opportunità di investimento sicuri che permettono di guadagnare, con impegno e serietà. Bisogna stare alla larga dai venditori di fumo che promettono guadagni stratosferici in pochissimo tempo.

Come fare ad accorgersi se ci si trova davanti ad una fregatura? Se ci si fida degli annunci sensazionalistici di un forum o di un sito che esalta unicamente le qualità positive di un prodotto, allora si dovrebbe alzare la soglia di allarme, perché è molto frequente che vengano diffuse informazioni false o distorte per invogliare gli investitori e frodarli alla grande.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *