Codice fiscale bloccato sul crm di Poste Italiane

Una delle problematiche maggiore alle quali si va incontro nel momento in cui si tenta la registrazione sul portale delle Poste Italiane risulta essere il blocco del codice fiscale su CRM.

Problematica che potrà essere risolta in maniera rapida e veloce e che non comporta alcun procedimento che a sua volta necessita del pagamento di una somma di denaro per poter essere risolto.

Ecco come procedere per svolgere tale procedura, ovvero lo sblocco che riguarda il codice fiscale su tale portale.

Sommario:

Cosa si intende per blocco del codice fiscale?

Molto spesso la voglia di usufruire di una serie di servizi rimanendo in casa propria, ovvero sfruttando il web, tende ad essere talmente elevata da comportare la registrazione su alcuni siti web che consentono appunto di poter effettivamente evitare di recarsi in determinati luoghi per poter usufruire di quel servizio.

Classico caso è quello dell’internet banking postale, ovvero il controllo delle proprie carte prepagate mediante il sito delle Poste italiane.

Il sito web permette infatti di accedere ad una vasta serie di servizi, come compilazione di bollettini ed anche ricariche online, che possono essere effettuate sfruttando appunto la Postepay oppure un conto postale stesso.

Accade però che, in alcune occasioni, durante la fase di registrazione qualcosa non vada per il verso giusto e precisamente di va incontro ad un blocco che non consente di portare al termine la procedura di registrazione stessa in modo corretto e rapido.

Tale blocco prende il nome di Codice Fiscale bloccato sul CRM: ma di che tipo di problema significa?

Sostanzialmente il codice fiscale non viene letto da parte del portale delle Poste e questo comporta dunque dover svolgere nuovamente la medesima operazione dall’inizio.

Pertanto non si tratta di una problematica grave che comporta l’intervento di esperti che potrebbero intervenire in lassi di tempo lunghi ma occorre capire di che tipo di problema si parla quando questo si palesa in modo tale che sia possibile porre rimedio a tale situazione.

Quando si parla di blocco del codice fiscale?

Il blocco del codice fiscale in CRM deriva da tre situazioni completamente differenti, le quali giustificano appunto il suddetto problema.
In primo luogo occorre parlare del fatto che l’inserimento del codice fiscale potrebbe essere lungo, ovvero l’operazione non viene svolta in lassi di tempo immediati.

Questo significa quindi che se un utente, durante la fase di registrazione, abbandona il portale per dedicarsi ad altre attività, il sito potrebbe entrare in blocco e quindi non riconoscere il codice stesso.
Pertanto questo risulta essere uno dei problemi che riguardano il blocco

Anche quando viene a mancare la connessione al web, anche solo per un secondo, il sito delle Poste applica il blocco del codice fiscale, impedendo di portare al termine la procedura di registrazione da parte dell’utente.
Infine se il codice viene inserito anche con un solo carattere errato per tre volte si va incontro alla medesima situazione, che dovrebbe essere evitata.

Pertanto il blocco avviene:

  • a causa di perdite di tempo durante l’inserimento dei dati;
  • mancanza della connessione al web;
  • errore di inserimento del codice.

Il servizio di sicurezza delle poste italiane è molto ampio, puoi visionare ad esempio:

Perché il sito delle poste entra in blocco

Ma per quale motivo il sito delle Poste palesa questo genere di messaggio nel momento in cui avviene l’inserimento del codice stesso?

La motivazione è molto semplice e risulta essere motivata da una sorta di protocollo di sicurezza che deve essere rispettato.

Il sito delle Poste entra in blocco nel momento in cui si sospetta che terze parti stiano accedendo al modulo di registrazione sul portale stesso.

Sostanzialmente il blocco subentra quando si creano quelle tre situazioni che vengono viste come semplice intromissione di terze parti sul sito web stesso.

Di conseguenza il blocco è giustificato in questo modo, sia che ci sia realmente un tipo di intromissione sia che questa sia assente, visto che un inserimento del codice fiscale che richiede parecchio tempo viene interpretato in questo modo da parte dello stesso sito web.

Pertanto sono queste le motivazioni che comportano lo stesso blocco ma bisogna ora capire come procedere per riuscire a sbloccare il codice stesso.

Come sbloccare il codice di accesso?

1. Effettuare la pulizia della cronologia del browser

Una delle soluzioni maggiormente semplici che potrà essere svolta, nel momento in cui si deve effettuare lo sblocco del codice fiscale sul sito delle Poste Italiane, risulta essere quello che consiste nel pulire completamente la cronologia, cache e cookies del proprio browser di navigazione.

come cancellare cronologia navigazione
immagine che spiega come cancellare la cronologia per risolvere il problema

Questo per un semplice motivo: in questo modo sarà possibile rimuovere ogni traccia di accesso sul portale da parte dello stesso utente. In questo modo il sito delle Poste non riesce a riconoscere il tentativo di accesso da parte di quell’indirizzo IP.

Occorre anche spegnere e riaccendere il modem in maniera tale che lo stesso indirizzo possa essere modificato e pertanto sarà possibile evitare che il blocco stesso possa persistere.
Per svuotare cache e cookies occorre svolgere poche operazioni che risultano essere molto semplici da portare al termine.

Per la precisione occorre:

  • chiudere la pagina delle Poste Italiane;
  • recarsi sulle impostazioni del browser di ricerca;
  • cercare la voce che riguarda lo svuotamento delle cache e cookies;
  • procedere con la cancellazione;
  • rimuovere la cronologia.

In questo modo è possibile riuscire ad evitare che vi possano essere delle complicazioni.
Ovviamente tutte queste operazioni devono essere svolte nel momento in cui ritorna la connessione alla linea internet.

Inoltre è bene riavviare anche il browser di navigazione e cercare tali impostazioni sul browser, che potrebbero avere dei nomi completamente differenti a seconda del tipo di programma che si decide di adoperare per navigare sul web.

2. Il contatto col centro assistenza poste Italiane

assistenza poste
Immagine del sito poste italiane per richiedere assistenza ed aiuto

Se dopo aver tentato questa particolare soluzione la problematica della registrazione sl portale non dovesse essere risolta ed il codice fiscale bloccato su CRM risulta essere un problema ancora presente, occorre cercare di procedere sfruttano una seconda soluzione.

In questo caso occorre contattare il centro assistenza delle Poste Italiane, anche al numero verde delle poste, o ancora meglio al servizio a pagamento che consente di risolvere questo particolare tipo di problema molto facilmente, il quale non deve essere sottovalutato visto che non permette di accedere ai diversi tipi di servizi proposti dalle Poste stesse.

In questo caso occorre semplicemente cercare di effettuare un semplice passaggio che risulta essere abbastanza semplice ovvero:

  •  procurarsi il numero verde del centro assistenza delle Poste;
  •  scegliere il tipo di dispositivo col quale effettuare la telefonata;
  • optare per parlare con un operatore in tempo reale, ovvero dal vivo;
  • spiegargli la problematica;
  • seguire le istruzioni che vengono erogate dallo stesso.

Si tratta quindi di una scelta che deve essere presa in considerazione nel momento in cui sul proprio browser si dovesse palesare nuovamente il messaggio Codice Fiscale Bloccato su CRM anche dopo che trascorre un’ora dall’ultimo tentativo di registrazione.

Sarà quindi importante spiegare nel dettaglio la situazione in maniera tale che lo stesso tecnico possa effettuare un intervento virtuale e suggerire la soluzione perfetta per procedere con lo sblocco dello stesso codice fiscale.

3. La soluzione finale per lo sblocco del codice fiscale

Qualora il codice fiscale bloccato su CRM non dovesse essere risolto nemmeno con questo particolare tipo di soluzione occorre semplicemente procedere con un ulteriore passaggio, il quale consiste nel recarsi presso la sede delle Poste Italiane maggiormente vicina alla propria casa.

Attenzione: non occorre che ci si rechi dove è stata rilasciata la Postepay oppure dove si è espressa la propria volontà di effettuare la registrazione sul sito per accedere ai diversi servizi proposti dal sito web.

Basterà solo recarsi ad una sede vicina alla propria casa e parlare con l’addetto responsabile dei servizi telematici.

Questo verrà indicato da un qualsiasi addetto delle Poste stesse, garantendo la possibilità al cliente di dire addio al messaggio di Codice Fiscale Bloccato sul CRM.

In questo caso occorre presentarsi con eventuali documenti e tessera prepagata nonché indirizzo mail di registrazione dato che gli addetti stessi potrebbero effettuare la registrazione sullo stesso sito delle Poste Italiane.

Ecco come evitare e risolvere il messaggio del Codice Fscale Bloccato in CRM.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *