Chiedere un mutuo liquidità: requisiti, vantaggi e svantaggi

A causa della crisi economica che ha colpito l’Italia qualche anno fa, molte famiglie si trovano in difficoltà e non hanno a disposizione la liquidità immediata sufficiente per realizzare i loro progetti lavorativi e i loro sogni nel cassetto. Al giorno d’oggi sono tantissime le persone che vorrebbero sposarsi, comprare un auto, arredare la propria casa o ristrutturarla, ma i costi sono eccessivi e talvolta non rientrano nel budget familiare.
Per ovviare a questo problema, la maggior parte degli italiani si è avvalsa della possibilità di usufruire del mutuo liquidità, che consiste nel ricevere un finanziamento che dovrà essere restituito in un periodo di tempo determinato. Il mutuo verrà sottoscritto presso la banca di fiducia, la quale richiederà al cliente come garanzia una casa da ipotecare.

Cosa è e come funziona il mutuo liquidità?

Il mutuo liquidità, a differenza delle altre tipologie di mutuo, non obbliga il mutuatario a comunicare all’ente finanziario come investirà il capitale richiesto. Infatti, la banca non ha la necessità di sapere se i soldi verranno utilizzati per l’acquisto di una casa, per le rette universitarie, per una vacanza o per qualsiasi altra necessità, come succede quando viene richiesto il mutuo prima casa o un prestito personale.
Ad ogni finanziamento concesso, la banca dovrà prendere in considerazione alcuni parametri importanti che, se non rispettati o non sufficienti per il creditore, non permetteranno al mutuatario di usufruire di questo beneficio.

Il mutuatario verrà scelto:

  • In base all’età del cliente, dai maggiorenni in su.

  • In base al tipo di lavoro svolto: disoccupato, contratto a tempo determinato o indeterminato, libero professionista.

  • In base al valore dell’ipoteca dell’immobile: difatti, la somma totale del finanziamento viene calcolato fino al 70% del valore della proprietà ipotecata.

A chi è concesso il mutuo liquidità?

Non tutti possono richiedere ed usufruire di questo servizio: solo gli uomini e le donne che hanno raggiunto la maggiore età e gli adulti che al momento dell’estinzione del debito non avranno raggiunto i 75 anni di età.
Prima di concedere un mutuo, la banca provvederà ad analizzare i dati sensibili del mutuatario per assicurarsi che non vi fossero procedure esecutive e fallimentari a suo carico e soprattutto che non fosse un cattivo pagatore.

Ogni mutuatario deve possedere almeno una casa di proprietà priva di ipoteca per garantire alla banca la restituzione dell’intero ammontare del finanziamento in modo che, nel caso in cui vi fosse un’insolvenza del debito, il creditore possa appropriarsi dell’immobile. Inoltre, il cliente deve avere un lavoro fisso che gli possa permettere di poter pagare le rate del mutuo.

I vantaggi del mutuo liquidità

Il mutuo liquidità è un’ottima alternativa ai prestiti personali per svariati motivi, soprattutto di tipo economico.
Chi sceglie di richiedere un prestito personale, a differenza del mutuo liquidità, acconsentirà di comunicare alla banca in che modo verranno investiti i soldi e il cliente si impegnerà a restituire l’intero capitale entro un massimo di dieci anni con gli annessi interessi e spese accessorie.
La somma del prestito non sarà mai superiore a quella messa a disposizione dalla banca per il mutuo liquidità, dato che quest’ultimo dovrà essere calcolato in base al valore dell’ipoteca dell’immobile. In questo caso i tassi di interesse del mutuo liquidità saranno decisamente più vantaggiosi e potranno essere restituiti, insieme al capitale, grazie ad un piano di ammortamento che si estende fino ai 30 anni.

Gli svantaggi del mutuo liquidità

A differenza dei mutui prima casa, i mutui liquidità avranno un tasso di interesse più alto. Oltre agli interessi da pagare per aver usufruito della liquidità immediata, il cliente si impegnerà a pagare le spese notarili, istruttoria e perizia per valutare l’immobile che verrà messo come garanzia per la banca.
La procedura è abbastanza complessa: i tempi riservati per rilasciare la somma di denaro richiesta saranno lunghi, a differenza dei prestiti personali che verranno erogati in un massimo di 24 ore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *