Bonifico bancario: costi, modulo, come si fa?

Che cos’è il bonifico bancario

Il bonifico bancario viene indicato sempre più spesso soltanto con il termine bonifico; si tratta di un metodo di trasferimento fondi da una banca all’altra.
Di conseguenza si accredita una determinata somma dal proprio conto corrente a quello di un’altra persona fisica oppure di una società identificabile attraverso precise coordinate bancarie.

Esistono due tipologie di bonifico bancario:

  • bonifico online;
  • bonifico allo sportello.

Entrambi prevedono modalità diverse di emissione: nel primo caso si effettua una transazione home banking attraverso il sito web della propria banca. Nel secondo ci si deve recare allo sportello di una delle filiali del proprio istituto di credito.

Il bonifico bancario è un metodo di pagamento utilizzato in tutto il mondo e quello più diffuso a tutti i livelli, però le procedure possono differire in base alla banca di riferimento oppure se l’importo viene accreditato su un ente estero. Risulta essere così apprezzato proprio per la facilità, la versatilità e per il fatto di essere la forma di pagamento più sicura al mondo.

Infatti il denaro viene inviato in maniera assolutamente garantita e non sono previste limitazioni per quanto riguarda la destinazione oppure l’entità dell’importo. Viene rilasciata una ricevuta e il CRO (codice riferimento operazione) per certificare l’avvenuto pagamento.

accesso-conto-corrente

Il bonifico bancario allo sportello

Il bonifico bancario allo sportello viene fatto recandosi fisicamente allo sportello di una banca. Possono essere effettuati in una filiale del proprio istituto di credito oppure presso qualunque altra sede dove non si è correntisti.
Nel primo caso l’accredito di fondi avviene attraverso il proprio conto dopo essersi identificati presentando un documento d’identità (patente oppure carta d’identità) in corso di validità.

Quando non si è titolari di un conto corrente bancario presso la banca in questione è necessario portare con sé la somma in contanti per il pagamento. Si parla quindi di un pagamento a fronte contanti. Lo stesso avviene quando sul conto corrente non si ha una copertura sufficiente per l’importo del bonifico.
In questa situazione occorre rispettare i limiti posti dalla normativa antiriciclaggio per l’uso del denaro contante per le transazioni commerciali.

bonifico soldi sportello banca

Proprio per evitare di dover attendere in fila il proprio turno e non incorrere in queste limitazioni, molto spesso si preferiscono metodologie alternative ai bonifici bancari allo sportello.
In alcune situazioni si opta per bonifici al dettaglio presso gruppi appositi che non richiedono la registrazione presso un istituto di credito, la loro agenzia oppure l’apertura di un conto corrente.

Altre soluzioni sono le carte prepagate, però nella maggior parte dei casi permettono di fare pagamenti esclusivamente verso conti correnti registrati nello stesso Paese di emissione della carta stessa.

Il bonifico bancario online

Al giorno d’oggi la forma di bonifico bancario più diffusa e utilizzata è quella online, legata anche all’enorme numero di conti bancari online aperti. Infatti le operazione bancarie online sono diventate sempre più facili per tutti gli utenti.

I siti degli istituti bancari sono strutturati in maniera intuitiva e offrono servizi di home banking sempre più ampi e dettagliati. La possibilità di fare un bonifico bancario online direttamente dalla propria casa viene spesso messa a disposizione dei propri clienti in maniera gratuita e semplicissima.

Per accedere al proprio conto occorre soltanto una connessione internet, quindi si effettua l’identificazione attraverso l’ID utente, la password e il codice temporaneo della chiavetta USB rilasciata dalla banca al momento dell’apertura del conto.
A questo punto si entra nella sezione Bonifici e si compilano i campi richiesti:

  • il destinatario della transazione (nome e cognome per le persone fisiche oppure ragione sociale per una società);
  • le coordinate bancarie per l’accredito;
  • la somma da trasferire.

Se sono già stati effettuati bonifici verso lo stesso destinatario, è possibile usufruire del sistema di automatizzazione del programma per velocizzare l’operazione. Per confermare l’invio del denaro è necessario inserire il codice di sicurezza temporaneo elaborato dalla chiavetta USB.

conto-corrente-bancario online

Per effettuare un bonifico bancario online occorre:

  • essere titolari oppure cointestatari di un conto corrente bancario;
  • avere le credenziali per fare il login alla pagina dell’home banking;
  • avere sul proprio conto una disponibilità per coprire l’importo da accreditare sull’altro conto;
  • avere le coordinate bancarie del beneficiario;
  • avere a portata di mano i dispositivi di sicurezza che consentono di autorizzare e portare a termine le operazioni di home banking.

Come funziona il pagamento con bonifico

I bonifici bancari sono catalogati in base all’entità dell’importo inviato, alla propria tipologia, al luogo di invio e alla priorità. La procedura è completamente elettronica e si basa sull’uso di appositi codici di verifica per verificare, appunto, la corretta corrispondenza dei dati inseriti.

Una volta inviato il bonifico alla banca del destinatario, questa verifica nuovamente i codici per accertarsi che la procedura sia corretta e non siano stati commessi errori. Nel primo caso si procede con l’accredito, nel secondo si rimanda indietro la somma.

I parametri usati per identificare il conto corrente del beneficiario sono il codice IBAN e il codice SWIFT. Il primo è quello più importante ed è stato introdotto nel 2008 per rendere più veloci i bonifici fatti dai privati a favore delle piccole imprese.

L’IBAN è composto dal CIN (lettera di controllo), due numeri di controllo, due caratteri per determinare in quale Stato si trova la banca di riferimento, l’ABI e il CAB (coordinate bancarie del destinatario). Inoltre seguono 12 numeri che servono per identificare con esattezza il conto corrente del beneficiario.

Il codice SWIFT viene utilizzato quando il bonifico bancario viene effettuato verso un’altra nazione. In particolare risulta essere fondamentale quando si utilizza questo mezzo di pagamento a favore di un conto corrente situato in un Paese che non fa parte dell’Unione Europea.

Questo codice è composto da caratteri alfa numerici in grado di determinare con precisione quali siano la nazione estera di riferimento, l’istituto bancario in questione e la filiale presso la quale inviare la somma indicata.

Lo SWIFT, soprattutto negli Stati Uniti, viene utilizzato anche all’interno del sistema bancario per finalità logistiche. Ad esempio il codice può essere inviato da una banca a una filiale di un altro istituto per notificare l’imminente arrivo di un bonifico.

Cosa tenere a mente quando si fa un bonifico

Quando si parla di bonifici bancari bisogna tenere a mente che si tratta di un mezzo di pagamento usato a livello mondiale, quindi le regole possono variare a seconda del Paese di riferimento.

Si tratta di un fattore da tenere in considerazione quando si effettua un versamento da una nazione all’altra. Sono pochissimi gli Stati dove questa tipologia di pagamento non viene supportata.

Al tempo stesso le commissioni sull’ordine inviato sono estremamente rare e non vengono applicate in Italia. Questo fatto ha contribuito notevolmente a diffondere a livello capillare questo mezzo di pagamento. In ogni caso è bene controllare quali siano le condizioni previste dalla propria banca.

conto corrente bancario

Quali sono le tempistiche di un bonifico bancario

Un bonifico bancario viene emesso, inviato e accreditato in tempi molto brevi, tuttavia le tempistiche effettive per l’evasione dell’ordine e il completamento dell’iter burocratico possono variare.

I tempi dipendono essenzialmente dal tipo di pagamento fatto, dal sistema bancario e dal Paese di provenienza e di destinazione. La differenza sostanziale esiste tra i bonifici fatti all’interno dell’Unione Europea e quelli inviati verso uno Stato estero non UE.

In generale le tempistiche per l’invio del versamento e l’accredito sul conto corrente del destinatario nei Paesi membri UE sono al massimo di 3 giorni, mentre nelle altre situazioni possono arrivare a 7 giorni lavorativi.
I tempi più lunghi riguardano i bonifici ordinari effettuati allo sportello, dove il periodo di attesa va dai 3 ai 7 giorni lavorativi a seconda delle caratteristiche del versamento.

Sono invece più rapidi i bonifici online: in questo caso servono in genere 2 giorni lavorativi, però si può arrivare fino a 4 quando il destinatario è extra-UE.

Per maggiori dettagli https://it.wikipedia.org/wiki/Bonifico

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *