Azionisti Apple spingono per iPhone bimbi

Azionisti Apple spingono per iphone bimbi

L’iPhone è l’articolo più venduto al giorno d’oggi. Dati statistici dimostrano che il 60% della popolazione mondiale utilizza uno smarphone di marca Apple, quindi, il numero di persone che possiedono un iPhone è di 423 miliardi. Ma ad Apple non basta è l’iPhone bimbi è l’oggetto messo più in discussione.

Gli azionisti Apple stanno cercando di spingere sull’idea di fare utilizzare ai bimbi degli iPhone.
Vediamo perché Apple ha proposto quest’idea, e sopratutto scopriamo chi è d’accordo e chi invece è assolutamente contro, compresi gli azionisti Apple.

Perché questa idea dagli azionisti Apple?

iphone-bambini
La dipendeza da smartphone e internet potrebbe ledere ai rapporti sociali, soprattutto negli utenti più piccoli

Quest’idea è stata creata in modo da fare acquistare molti iPhone anche ai più piccoli, per accentuare la dipendenza in essi. È un’idea però messa in discussione dagli adulti: mentre gli azionisti Apple insistono per il sì, gli adulti insistono con perseveranza per il no.

L’iPhone è un’oggetto che crea davvero molta dipendenza, ed è per questo che gli azionisti Apple continuano a spingere i bambini ad acquistare gli iPhone, in modo da intensificare la dipendenza di questi dispositivi, cosi da guadagnare molto denaro e accrescere il guadagno su questa famosissima marca.

Gli adulti cosa pensano dell’idea degli azionisti Apple, nel dare la spinta per fare utilizzare l’iPhone ai più piccoli?

Al contrario, molte persone decidono di opporsi verso questa idea, e decidono con ostinatezza di salvaguardare la mentalità dei più piccoli, cercando di far capire ad Apple che non è assolutamente una buona idea spingere i bambini ad utilizzare l’iPhone.

Alcuni scienziati hanno dimostrato che l’iPhone è oggetto di dipendenza per gli adulti, e oltretutto se l’uso dell’iPhone e eccessivo, a lungo andare questo smartphone potrebbe creare alcuni danni seri alla mentalità degli adulti, figuriamoci cosa accadrebbe alla mentalità dei più piccoli.

Come l’hanno presa i fondatori delle piattaforme digitali?

apple
Il famosissimo logo della Apple, creatrice degli iPhone

Ci sono state molte critiche da parte dei fondatori di piattaforme famose, che ach’esse si sono opposte all’idea degli azionisti Apple. Molti di questi fondatori sono dalla parte dei genitori, che vogliono ad ogni costo salvaguardare la mentalità dei propri figli.

Alcuni fondatori famosi criticano anche la tecnologia, dicendo che internet sta rovinando la società e la mentalità umana. Alcuni di essi, oltretutto, cercano di riparare alcune falle nelle proprie piattaforme.

Chi si è mosso contro quest’idea?

La Apple cerca di intensificare la dipendenza da uso di iPhone, e cerca anche di accentuarla nei bambini di età inferiore ai sedici anni, spingendoli all’acquisto di questo prodotto.

Per questa azione si sono mossi davvero in molti, tra genitori e fondatori di famose piattaforme, per la protezione dei più piccoli, in modo che essi non rovinino la propria mentalità con un utilizzo eccessivo dell’iPhone.

I prodotti tecnologici stanno poco a poco distruggendo la società e la mentalità di tutta la popolazione mondiale. Molti scienziati hanno riposto alla domanda: “L’uso eccessivo dell’iPhone, che effetto ha sulla persona?”. La risposta è stata: l’uso di qualunque apparecchio elettronico rovina i rapporti sociali e rende dipendenti da internet.

Ormai, ogni adulto, ogni ragazzo, possiede un iPhone e di conseguenza possiede internet, abusandone in continuazione. Si rischiano gravi conseguenze sia sociali e sia mentali e molti credono sia meglio togliere del tutto l’iPhone, come internet, dalla società, in modo che i giovani non si rovinino la mentalità attaccandosi all’iPhone, ma che invece si impegnino nello studio aumentando la propria conoscenza naturalmente e non digitalmente.

Quando si tratta di bambini, l’unico scopo è proteggerli e salvaguardali, molte persone si sono opposte a quest’idea che ha creato Apple, per proteggerli.
Molti hanno persino proposto di eliminare ogni oggetto elettronico, in modo che i bambini crescano in un mondo meno dannoso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *