Azioni Enel, quotazione e valore in tempo reale

Tra gli investimenti maggiormente consigliati nell’ambito del mercato finanziario del 2018 ci sono anche quelli che riguardano le azioni Enel.

Le azioni Enel sono sempre da tenere sotto controllo in quanto si tratta di un titolo di mercato che ha riscosso molto successo nell’ambito del 2017 ed ha delle ottime opportunità di crescita anche nel 2018.

Grafico Azioni Enel in tempo reale



Questi trend positivi arrivano per gli investimenti che la società Enel sta compiendo nel mondo delle aziende energetiche. Enel infatti è un’azienda italiana molto famosa e quotata in borsa, che è diventata particolarmente conosciuta proprio per le innovazioni tecnologiche che è stata in grado di mettere in campo, grazie al settore energetico che ha totalmente rivoluzionato. L’Enel inizialmente, aveva il mercato tutto nelle sue mani in quanto gestiva il monopolio in Italia per quanto concerne il mercato dell’energia elettrica.

Successivamente, sono subentrate altre società che hanno messo in discussione questo tipo di gestione ma, nonostante tutto, il meccanismo di privatizzazione che ha interessato il settore dell’energia elettrica non ha scosso le fondamenta di quest’azienda diventata famosa in tutto il mondo.

Perché investire sulle azioni Enel

trading azioni enel
Gli investimenti in titoli azionari Enel si sono rivelati fra i più sicuri della borsa italiana

Investire sulle azioni Enel è una strategia molto diffusa da parte di coloro che sono appassionati dei mercati finanziari italiani e non solo. Le azioni Enel sono sempre molto ricercate. L’Enel garantisce sempre stabilità e sicurezza ed è per questo che sono tantissime le persone che decidono di puntare su questa famosa società. Le azioni Enel a partire dall’inizio dell’anno, hanno subito una crescita interessante e hanno un trend molto stabile che rappresenta un ottimo punto di riferimento per coloro che vogliono investire nei mercati finanziari.

Le quotazioni Enel sono molto ben viste in quanto, negli investimenti degli italiani in particolare, è molto facile trovarle. Enel appartiene a quei gruppi di titoli che vengono considerati come la base per gli investitori provenienti da tutta Italia. Molti investitori che si avvicinano al mercato finanziario, partono proprio da questa azienda.

Come valutare il trend delle quotazioni Enel

azioni enel
Nel 2017 le azioni Enel hanno visto una crescita record: cosa ci aspetta per il 2018?

Per valutare le quotazioni Enel è opportuno prendere sempre in considerazione alcuni grafici che analizzano in tempo reale quello che è l’andamento dei titoli societari. Nel corso del 2017 le azioni dell’Enel hanno subito degli interessanti movimenti: addirittura si è arrivati ad una crescita da record soprattutto in tutta la prima parte dell’anno scorso. Il titolo è salito fino al 5, 75 euro. Si tratta di un valore per azione davvero interessante che ha permesso di guadagni a coloro che hanno investito a partendo da una quota di 3,8 euro.

Dal 2016 ad oggi la crescita sembra diventata costante e quindi sono sempre di più le persone che aspettano che questa tendenza venga riconfermata e addirittura, possa aumentare nel corso del tempo. Se è vero che nel 2018 non si prevede un boom eccessivo di questo tipo di titolo, è anche vero che la stabilità potrebbe giocare un ruolo fondamentale in Borsa per una società come l’Enel.

Come guadagnare con le quotazioni dell’Enel

investire in azioni enel
I broker italiani, ma anche gli europei guardano alle azioni Enel sempre con maggiore interesse

Per riuscire a guadagnare investendo nei titoli nella società Enel, è importante tenere sotto controllo tutto il mercato di riferimento. Quindi, facendo le giuste offerte nel momento opportuno nelle piattaforme di trading online, si avrà anche la chance di guadagnare in caso di ribasso di questo titolo. In generale comunque, un mercato come quello elettrico o quello del gas, difficilmente subirà un calo netto in quanto si tratta di un’azienda stabile e che è in continua ricerca di servizi e di opportunità.

Questo sistema permetterà sempre ad Enel di cambiare il portfolio utenti in modo tale da dare ancora più solidità e forza all’azienda. Questo piano di crescita costante che caratterizza la società Enel, sarà senza ombra di dubbio, un modo che garantirà supporto economico alla società. Ciò vuol dire che la stabilità è alquanto garantita per questo tipo di azienda, nel corso degli anni.

La storia finanziaria delle azioni Enel

dividendi-enel
Negli anni passati, i dividendi Enel sono stati anche molto alti, ma ultimamente si registra un nuovo trend di crescita

La società Enel Energia elettrica in Italia ha avuto il monopolio dei servizi per diversi anni. L’ente nazionale per l’energia elettrica è stato fondato nel 1962 in Italia e la sua storia è stata sempre caratterizzata da grandi successi. La privatizzazione del mercato è arrivata solo nel 1999 e da qualche anno dopo, le azioni dell’Enel sono state quotate sul mercato telematico azionario della borsa di Milano.

Queste quote appartengono all’indice FTSE IT All share e FTSE MIB. Nel 2001 sono stati mossi i primi passi della quotazione dell’Enel che da ente pubblico, è diventata una società quotata in borsa. La sua forza è sicuramente nel settore dei servizi per le strutture pubbliche e non si concentra soltanto sull’elettricità, ma anche sulla diffusione del gas.

L’Enel è molto utilizzata in Europa anche per la capitalizzazione per coloro che vogliono fare investimenti nel settore dell’energia alternativa. La società Enel si è contraddistinta molto per questo tipo di attività.

Quando si pensa a questa società si pensa sempre a l’importanza che ricopre in Italia ma in realtà, le Enel è famosa in tutto il mondo. Infatti la società per azioni Enel si trova in Romania, Russia, Francia, Grecia, Portogallo, Slovacchia e nord America. È presente anche in America Latina e Canada oltre che in Cile, Messico, Colombia, Brasile, Argentina, Guatemala, Peru’ e Costa Rica. Anche in Marocco l’Enel ha degli impianti.
La sede legale della società però si trova sempre a Roma ed è proprio lì che si dirige l’intero gruppo.

Il rapporto tra le Enel e il governo italiano

Lo Stato mantiene sempre un ruolo chiave in Enel nonostante sia diventata un’azienda privata. La società Enel ha ancora un rapporto privilegiato con l’Italia e con il governo che continua ad affidargli l’85% almeno delle attività che riguardano il settore. Questo perché nel corso del tempo, l’Enel, che ha gestito per anni da sola l’energia elettrica e il rapporto di gas nel territorio italiano, ha acquisito una specializzazione davvero invidiabile.

Anche il fatto che Ministero dell’Economia ha una quota del 24% circa nella società gioca un ruolo chiave. Nonostante questo però, sono anche tantissime le aziende private che hanno deciso di investire in Enel e che hanno ampliato e diversificato l’azienda nel corso degli ultimi 15 anni.

L’andamento delle quote Enel

enel logo
Il noto logo e lo slogan dell’Enel

Le quotazioni dell’Enel sono cambiate molto nel corso del tempo ma a dire il vero, negli ultimi anni hanno raggiunto una stabilità davvero invidiabile. Dalle valutazioni del passato ad oggi, le fluttuazioni sono state abbastanza ridotte.

La quotazione Enel si caratterizza per un titolo stabile ed essenziale, nonostante quelli che sono i cambiamenti economico-finanziario del territorio. L’Enel non ha risentito troppo della crisi economica che invece ha interessato altri servizi come quello ad esempio, delle automobili. Questo perché fornisce servizi essenziali.

L’Enel piuttosto ha avuto un ribasso del 2,6% in media che non è mai andato al di sotto di tale limite e questo resterà il livello, secondo lo studio degli ultimi sei mesi. L’oscillazione positiva maggiore invece, è quella di un incremento di circa 3 punti in percentuale. Enel poi, negli ultimi mesi sta riuscendo a registrare dei piccoli balzi in avanti. Comprare azioni Enel perciò può essere sempre un ottimo investimento in quanto difficilmente si avrà una perdita netta. L’investimento che conviene fare su questo tipo di azione è sempre modesto ma allo stesso modo vi da l’opportunità però rientrare nel mercato azionario senza dei grossi rischi.

I dividendi dell’Enel e i guadagni

Chi ha investito in Enel negli ultimi anni ha potuto registrare un leggero guadagno perché dal 2009 ad oggi il valore delle cedole è aumentato. Anche se si tratta di investimento scarsamente volatile c’è anche da dire che le quotazioni Enel però, riescono sempre a mantenere una loro dignità garantendo un guadagno per coloro che decidono di investire in questo titolo.

Lo Stato Italiano è quello che riesce a guadagnare di più da tali movimenti e della costanza del mercato azionario dell’Enel. Oltre però al dividendo che comunque riesce a garantire dei risvolti interessanti, tra i fattori che possono spingere i consumatori ad investire sulle quotazioni Enel c’è il fatto che i conti sono sempre in regola. Bisognerà perciò fare un’analisi di tutto lo scenario di riferimento e poi muoversi nel modo giusto sul mercato azionario. Tra i fattori da prendere in considerazione ci sono:

  • i conti trimestrali;
  • i risultati del bilancio;
  • le linee guida dei prossimi esercizi finanziari.

Il Rating delle azioni dell’Enel

azioni-Enel-tralicci enel
La solidità delle azioni Enel dipende dal lavoro che questa azienda ha fatto con competenza su tutto il territorio italiano. Nella foto, due tralicci dell’Enel, noti a tutti.

A rendere interessanti titoli dell’Enel è anche il Rating di riferimento. Infatti il rating a lungo termine della società è BBB secondo quella che è la linea guida di Standard & poor’s. Secondo invece Moody’s il rating sarebbe BAA2. Secondo invece le indicazioni di Fick è di BB+.

Poiché ha un rating comunque positivo e stabile sia nel breve che nel lungo periodo, si tratta come già accennato di un’azione che vi garantirà una tranquillità ed inoltre non vi comporterà dei grandi rischi. Comprare azioni Enel significa entrare nel mondo del mercato finanziario con un ottimo punto di riferimento e potendo contare sulla solidità e la stabilità di un’azienda che esiste da oltre 40 anni ed opera in un mercato sempre in crescita ed innovativo.

Si può anche investire sulle azioni Enel utilizzando il sistema del trading binario. Questo vi permetterà di gestire l’aumento del titolo e il suo valore in un determinato arco temporale. Per effettuare questo tipo di calcolo, bisogna anche in questo caso, studiare bene la quotazione e cercare di analizzare quali sono stati i movimenti nello stesso arco temporale alle medesime condizioni, nei momenti passati.

Le azioni dell’Enel e le prospettive

In base a quella che è l’analisi effettuata, vale la pena sottolineare ancora come l’Enel rappresenti sempre un ottimo punto di investimento grazie ad un bilancio davvero invidiabile.

Si parla di ricavi di 35 miliardi di euro circa solo nel 2017, a fronte dei 33 miliardi di euro circa dell’anno precedente. Il patrimonio netto complessivo è di circa 52 miliardi di euro. L’Enel ha una posizione finanziaria netta che la fa rientrare in un portfolio davvero interessante. Ad oggi l’Enel prevede di chiudere il suo bilancio di esercizio con un lordo di 15,5 miliardi di euro che potrebbero arrivare fino oltre 18 miliardi nell’anno 2020.

È in questo anno che l’utile sarà suddiviso tra gli azionisti. A Londra la società ha presentato il suo piano nell’arco del prossimo triennio ed ha messo in campo tutte le azioni strategiche per cercare di raggiungere questi obiettivi. Tra le azioni strategiche messe in campo dalla società ci sono quelle di prevedere una maggiore attenzione al cliente, una digitalizzazione dei servizi. Grazie a questo sistema si punta ad un rilancio dell’attività di Enel Energia che dovrebbe cercare di ampliare il suo portfolio di utenti.

centrale enel
Una centrale di produzione di energia elettrica Enel

La crescita di Enel

La crescita che ha assicurato la gestione aziendale è garantita dalla riduzione dei costi ed all’aumento dei margini. Inoltre si cercherà anche di implementare diversi servizi e di mettere in campo 4 linee di prodotti nuovi. Tra le altre mosse di Enel energia, vi è anche quella di cedere ulteriori asset. Dal ricavo di queste attività ci sarà l’opportunità di fare nuovi investimenti che dovrebbero portare ad un’alta crescita nel corso degli anni.

Ovviamente l’Enel dovrà sempre focalizzarsi su i servizi e cercare di ampliarli il più possibile. La politica dei dividendi viene confermata così come è stato finora nel corso del biennio 2018-2019. La percentuale è al 70% e quindi sarà previsto il pagamento del dividendo per ogni azione così come è stato negli anni precedenti. La crescita registrata annua resta almeno di circa il 17%.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *