Cos’è il Bitcoin e come Guadagnare con le Criptovalute?

Molte persone non conoscono il mondo delle criptovalute, ma possiamo affermare che sarà uno dei punti cardini del futuro dell’economia. Le criptovalute consistono in uno scambio digitale (di denaro virtuale) è garantiscono sicurezza e e anonimato. Il più famoso è il Bitcoin, nato nel 2009.

Sommario articolo sulla spiegazione delle criptovalute ed il loro funzionamento:

Dopo la nascita del bitcoin sono nate diverse criptomonete, anche se al momento nessuna ha eguagliato la prima criptovaluta esistente (appunto il bitcoin) in termini di crescita e valore.

Nasce nel 2009 da un certo Satoshi Nakamoto (una persona che è attualmente irrintracciabile, si pensa sia uno pseudominio e che lavori in anonimato) , in seguito altre versioni di criptovaluta sono nate, come:

  • litecoin
  • peercoi
  • Ripple
  • Monero
  • Quarkcin
  • Dash
  • Solarcoin
  • MemoryCoin
  • Freicoin, ecc..

Cosa sono le criptovalute e come funziona il Bitcoin?

Diversi tipi di criptovalute
criptovalute

Le criptovalute sono una versione di soldi virtuali, oltre all’utilizzo commerciale (acquisto di beni e servizi) hanno trovato ampio spazio anche nel settore degli investimenti, per maggiori dettagli vedi: guida al trading delle criptovalute.

Bitcoin è un protocollo crittografico, motivo per il quale viene denominato “cripto-valuta”, il protocollo crea delle unità uniche di proprietà digitali che a possono essere trasferite da una persona ad un’altra. Il protocollo rende inoltre impossibile duplicare un Bitcoin, questo significa che non si può utilizzare lo stesso Bitcoin più di 1 volta, motivo per il quale 1 Bitcoin è un “pezzo unico”.

Queste monete virtuali sono generate utilizzando un programma per computer che risolve complessi problemi matematici in un processo noto come estrazione (generare Bitcoin) . Ogni Bitcoin è definito da un indirizzo pubblico e da una chiave privata, che sono lunghe stringhe di numeri e lettere che danno a ciascuno una specifica identità.

Il blockchain, le gestione dei Bitcoin

Oltre ad avere un’impronta digitale unica i Bitcoin sono caratterizzati dall’avere un estratto di contabilità pubblica di tutte le transazioni, noto come il blockchain .

Il blockchain è gestito da una rete di computer distribuita in tutto il mondo. Questo decentramento significa che nessuna singola entità, come un governo può avere il controllo, ecco il motivo per il quale questo sistema viene visto come un indebolimento dei poteri forti della finanza mondiale: è infatti visto di cattivo occhio dalla banche.

Transazioni in Bitcoin

Le transazioni avvengono in formato digitale da persona a persona, senza intermediari.

L’approccio diretto (senza intermediari) riduce in modo significativo i costi di trasferimento di denaro tradizionale e rende molto più facile e veloce  inviare e ricevere denaro in tutto il mondo. Il Bitcoin ha una maggiore efficienza rispetto alle usuali transazioni bancarie.

La gente compra e vende principalmente Bitcoin attraverso scambi on-line e acquisto di beni e servizi.

Chiunque può utilizzare queste monete per fare acquisti presso le organizzazioni online che accettano questo tipo di pagamento, possono anche avvenire scambi diretti tra persone o scambi tra broker

Come si acquista con i bitcoin?

Per capire il procedimento supponiamo di avere un portafoglio elettronico di Bitcoin sul nostro computer o il nostro cellulare e vogliamo comprare qualcosa, un servizio o un prodotto. Il costo del servizio/prodotto viene convertito nel valore del bitcoin in base alla valutazione nel momento della transazione, come avviene se acquistiamo un bene in euro da un venditore che utilizza il dollaro. Per la transazione avviene con una completa privacy, non viene utilizzata nessuna carta di credito o dati personali.

Uso di Bitcoin in attività illegali

Queste monete hanno creato polemiche perché sono utilizzate anche in attività illegali  (visto che le transazioni sono irrintracciabili), per il momento i governi di diversi paesi non sono riusciti a stabilire le politiche fiscali per le transazioni effettuate con queste valute. L’unico paese che fino ad ora ha vietato l’uso di valute virtuali è la Bolivia.

Futuro del Bitcoin e delle criptovalute

Queste monete virtuali sembrano avere buone prospettive nel mondo digitale. Nella prossima rivoluzione digitale i pagamenti online potrebbero avvenire solo in criptovalute. Già più di 100.000 negozi online accettano criptomonete.

Sempre più importanti realtà digitali stanno iniziando ad avvicinarsi in questo settore ed a permettere il suo utilizzo.

Per esempio con Paypal oggi si possono comprare Bitcoin, ed avendo oltre 150 milioni di utenti sicuramente vedremo ulteriori miglioramenti nei tassi di crescita della criptovaluta. Anche Microsoft supporta i pagamenti in Bitcoin.

Come fare soldi con Bitcoin e le criptovalute?

Soldi Bitcoin

Ci sono 3 modi per far soldi con le valute virtuali:

  • Le Ico
  • Trading
  • Mining

1. Fare profitti con l’Initial currency offer

Nel momento in cui nasce una nuova moneta virtuale di solito al momento della fase di -pre-lancio vengono rilasciate offerte ad un valore molto più basso del valore originario presupposto, in quesrto modo i fondatori riescono ad ottenere denaro per migliorare lo sviluppo delle piattaforme prima del rilascio completo della criptovaluta. Ovviamente bisogna stare attenti alle potenziali truffe ed ai lanci di servizi poco affidabili, rimane comunque un metodo di guadagno che può fruttare molti soldi ma anche farne perdere.

2. Guadagnare con il trading delle criptovalute

Altro metodo di guadagno è il trading si basa sulla solita logica di acquisto e rivendita di una valuta, acquistando ad un prezzo più basso per poi rivendere ad un prezzo più alto può creare dei buoni profitti, basta valutare che alla nascita del bitcoin il suo valore era di pochi centesimi ed ora vale svariate centinaia di euro.

3. Guadagnare con il mining, generare bitcoin ed altre criptovalute

Il terzo modo per ottenere guadagni da queste valute virtuali è dato dal  mining; con dei potenti computer che risolvono algoritmi matematici si riescono a generare criptovalute.

Oggi minare bitcoin è diventato sempre più difficile rispetto agli anni scorsi ed è richiesta una potenza di calcolo molto ampia. Ci sono società specializzate in mining e con l’avanzare della nanotecnologia stanno nascendo macchine potenti (chiamate ASIC) che sono molto più efficienti e permetteranno di avere la potenza necessaria per generare ed ottenere più profitti con le criptovalute.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *